I Barracelli della Sardegna in prima linea nella guerra contro il "coronavirus"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo la nota di ringraziamenti del cap. Giuseppe Vargiu, Presidente dell'Unione Barracelli. Un Corpo che in questo periodo di emergenza si sta prodigando in una preziosa attività di vigilanza sul territorio e di supporto alle più diverse istituzioni.

In questi giorni di estrema gravità, tutte le entità amministrative, sanitarie, di protezione civile, di pubblica sicurezza e del volontariato, si stanno adoperando per mantenere l'ordine e la salute pubblica applicando le norme statali e regionali, e vigilando sulla precisa osservanza di queste da parte dei cittadini, curando con abnegazione i contagiati, soccorrendo e aiutando chi, per mille motivi necessità di supporto.

I Barracelli, l'entità storica di polizia più antica d'Europa, non ha certo atteso la chiamata di autorità particolari per mettersi in moto.

Esprimendo il più profondo spirito di servizio e di collaborazione, si sono proposti alle amministrazioni comunali e alle forze di polizia del territorio per fornire loro supporto nella loro variegata possibilità di impiego.

Oltre 5000 agenti di pubblica sicurezza, comandati da oltre 160 capitani, hanno intrapreso azioni che hanno avuto tre direttrici principali:

  -  pubblica sicurezza, si sono messi a disposizione dei sindaci e delle forze di polizia per effettuare i controlli sul rispetto del divieto di circolazione senza giustificato motivo.
  -  Protezione civile, come componente permanente del presidio comunale di protezione civile, i Barracelli assolvono ai compiti assegnatigli dai piani comunali e affiancano i sindaci nella gestione degli eventi, e mettendo a disposizione i mezzi e gli uomini per la sanificazione delle superfici pubbliche bei propri comuni.
  -  Solidarietà, i Barracelli in sincronia con i sindaci hanno attivato, assieme al volontariato di protezione civile, le pro loco, le cooperative di assistenza sanitaria e tutte le persone di buona volontà , il servizio di distribuzione alimenti e medicinali e beni di prima necessità, alle persone anziane e ammalate che altrimenti non potrebbero spostarsi da casa, dato il pericolo di contagio.

Senza chiedere un soldo a nessuno!

A questo aspetto ha pensato per loro, oltre all'amministrazione comunale di riferimento, prontamente Il Presidente Christian Solinas e l'assessore agli Enti Locali Quirico Sanna, dando disposizioni al Direttore Generale Umberto Oppus, di avviare anticipatamente, la liquidazione del premio.

Somme che daranno una boccata d'ossigeno a tutti coloro che si stanno prodigando per la nostra cara Sardegna.

E di questo ve ne siamo infinitamente grati.

Un segno di attenta considerazione, che ci ha quasi meravigliato tanta è l'inusualità di questi apprezzamenti, e che è stata confermata da ben due missive dell'assessore Quirico Sanna, a pochi giorni di distanza, dove ci spronava a distinguerci ulteriormente in questi difficili momenti, dando in particolare il buon esempio alla popolazione, ma certamente prodigo di ringraziamenti per la nostra prontezza, e passione profusa nell'affrontare questa nuova calamità.

Anche grazie ai Barracelli, che in buona parte mi onoro di rappresentare, sono sicuro che la nostra amata Sardegna, supererà questa pandemia, risollevandosi più bella è più forte di prima.

Fortza Paris!

Capitano Giuseppe Vargiu
Presidente Unione Barracelli

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo