La patente di guida al tempo del COVID-19:“Esami teorici all’interno delle autoscuole”

Esami di teoria per il conseguimento della patente di guida all’interno delle autoscuole. È la proposta della Confarca (la confederazione che rappresenta le scuole guida, gli studi di consulenza e le scuole nautiche d’Italia) da inserire nelle future misure anti-contagio che entreranno in vigore, come auspicano gli operatori, nella fase 2 dell’emergenza Covid 19.
Una indicazione preventiva nel pieno rispetto del distanziamento sociale, da attuare per tutte le attività a contatto con il pubblico, che eliminerebbe la problematica relativa agli spostamenti dalle sedi delle autoscuole verso le sedi provinciali delle Motorizzazioni civili, ed eventuali assembramenti e contagi dal virus Sars-Cov-2, nonché la sua potenziale diffusione.
“Attualmente, gli spostamenti dei ragazzi dalle autoscuole verso le motorizzazioni avviene attraverso gli operatori professionali, che organizzano anche il trasporto degli allievi in auto, dovendo percorrere, in alcune realtà, anche 80 chilometri – ricorda il presidente di Confarca, Paolo Colangelo – Predisponendo le prove cartacee presso le sedi delle scuole guida, eviteremmo lo spostamento di massa delle persone interessate allo svolgimento della prova teorica per il conseguimento della patente e, al tempo stesso, saremmo in grado di assicurare gli stessi in tutta sicurezza, senza alcuna ressa o assembramento e nel pieno rispetto delle misure previste”.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo