Solinas a Un Giorno da Pecora: "Spiagge?Per l'accesso attendiamo linee guida entro questa settimana"

Quando riapriremo le spiagge? “Abbiamo dato autorizzazione a tutti i concessionari per entrare e fare manutenzione. Sull'accesso al pubblico stiamo portando avanti un approfondimento col comitato tecnico-scientifico, spero di avere linee guida certe entro questa settimana”. A parlare, ospite di Un Giorno da Pecora, su Rai Radio1, Christian Solinas, presidente della Regione Sardegna. Il discorso sarà diverso tra spiagge libere e private? “Il tema è proprio quello delle spiagge libere: nella concessione è il titolare che verifica sicurezza, in quelle libere chi controlla rispetto distanziamento sociale, ad esempio? Se si trova un vicino di ombrellone che non rispetta la distanza non ci si può certo fare giustizia da sé. Quindi va trovato un sistema efficiente che garantisca a chi va in spiaggia che ci sarà una situazione tranquilla”. Dunque riapriranno prima gli stabilimenti privati e poi le spiagge libere? “No, stiamo lavorando perché ci sia contemporaneità nella riapertura. L'auspicio è quello che si possa riaprire lunedì, per i residenti”. Quando si potrà riaprire ai turisti? “Dall'esterno noi speriamo di poter riaprire nella seconda parte di giugno, da una data successiva al 15 giugno”. E come ci si comporterà con le discoteche quest'estate? “Diciamo che questa stagione la dobbiamo vivere come di transizione. Se c'è qualcosa che è particolarmente rischioso per la salute di tutti lo rinviamo all'anno prossimo, è un sacrificio”. Il Billionaire di Flavio Briatore, che è sia discoteca che ristorante, a suo avviso potrà riaprire? “Certamente la parte ristorazione, con tutti i protocolli di sicurezza. E anche la parte 'musica dal vivo', se la si prende come musica che non comporta l'assembramento”. Geppi Cucciari, conduttrice sarda alla guida trasmissione assieme a Giorgio Lauro, ha chiesto al governatore chiarimenti su chi, ad esempio, volesse arrivare in Sardegna da altre regioni. “Se dovesse tornare oggi sarebbe soggetta a 14 giorni di isolamento domiciliare”. Questo per un turista non sarebbe possibile: i 14 giorni di quarantena corrisponderebbero probabilmente all'intera durata delle vacanze. “Esatto. Noi infatti stiamo lavorando ad una sorta di passaporto sanitario, che certifichi la negatività al Covid-19”. In che modo? “L'ideale sarebbe una liberalizzazione della possibilità di fare il tampone”. A riguardo, il presidente Solinas ha parlato di una applicazione che potrebbe esser utile in questo processo: “noi abbiamo già una app che serve per chi vuole entrare in Sardegna, quando chiede l'autorizzazione”. Come si chiama l'app? “Non gli abbiamo dato ancora dato un nome specifico”. Vista la risposta del governatore, Geppi Cucciari gli ha suggerito: “mi raccomando, dia un bel nome all'app, magari un nome sardo e bene augurante!”


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo