Porto Torres. Teatro comunale Andrea Parodi, interventi sugli impianti per 78 mila euro

Sono stati assegnati i lavori di somma urgenza nel Teatro comunale “Andrea Parodi”. Attraverso l'impiego di fondi del bilancio, pari a 78 mila euro, sarà possibile procedere alla sanificazione degli ambienti del teatro. Diverse aree risultano contaminate dai residui organici dei volatili che hanno colonizzato lo scorso anno alcuni ambienti nella struttura. In cantiere la sistemazione degli impianti di climatizzazione, le cui canalizzazioni risultano deteriorate anche a causa dell'esposizione alle intemperie.

«L’anno scorso – sottolinea l’assessore ai Lavori Pubblici, Alessandro Derudas – avevamo stanziato i primi 35 mila euro che in seguito alle videoispezioni effettuate dai tecnici si sono rivelati insufficienti a coprire le spese per i lavori finalizzati a rendere pienamente agibile la struttura. Abbiamo reperito nuove risorse: con l'assegnazione degli ulteriori fondi potremo sanificare il teatro e renderlo nuovamente agibile, creando le condizioni per dare corso al progetto di gestione in capo al raggruppamento di associazioni di Porto Torres che si era aggiudicato la manifestazione d’interesse promossa dalla nostra amministrazione». I lavori prevedono la sostituzione di parti delle canalizzazioni esterne e interne, lo smontaggio e il rimontaggio delle poltroncine, la pulizia e disinfezione completa delle canale, del teatro e delle griglie, la pulizia e la sanificazione dei canali dell'aria esterni ed interni, e tutte le attività logistiche e propedeutiche alla realizzazione degli interventi. «Nel corso dei sopralluoghi – aggiunge l’assessore – oltre ad accertare il danneggiamento delle canalizzazioni nella parte esterna dell’edificio, è stata verificata la presenza di guano in diversi punti, in particolare nella platea, sul palco e nelle zone di pertinenza di quest'ultimo. Sono state trovate inoltre numerose carcasse di volatili. Questa situazione pregiudicava la pubblica incolumità e il perdurare avrebbe potuto portare a peggioramenti sia dal punto di vista sanitario che strutturale, facendo anche lievitare ulteriormente i costi per la sanificazione e la sistemazione. Con questi lavori contiamo, invece, di risolvere definitivamente il problema e restituire alla comunità una delle principali strutture culturali del territorio». I lavori saranno eseguiti dalla ditta Engie Servizi.



© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo