Progetto LIBERAMENTE: domani il Parco dell'Asinara in diretta web

Venerdì 12 giugno alle ore 17 il Parco Nazionale dell’Asinara organizza un incontro in diretta web di presentazione dei risultati del progetto Liberamente, sui canali social del Parco e sulla piattaforma www.asinarawebmeeting.it.
All’incontro parteciperanno il Commissario del Parco Gabriela Scanu, il Direttore Vittorio Gazale che modererà il dibattito e i rappresentanti dei partner coinvolti nel progetto, Francesco Sanna di Confcooperative, Marta Cadinu di Ifold, Andrea Lorenti di Poliste e la partecipazione straordinaria del cantautore Piero Marras che presenterà il suo ultimo lavoro musicale dedicato al mondo del carcere.
Un’anteprima dei prodotti realizzati all’interno del progetto è visibile nella pagina facebook del Parco dove è osservabile un innovativo video immersivo a 360° sull’isola parco che ha raggiunto in pochi giorni le 50.000 visualizzazioni, uno dei prodotti realizzati all’interno del progetto.
Il progetto, di cui è capofila l’Ifold (Istituto Formazione Lavoro e Donne), vede la collaborazione dell’amministrazione penitenziaria, della regione Sardegna e del sistema dei parchi naturali.
L’obiettivo generale del progetto, è la formazione di figure professionali in grado di promuovere in modo innovativo le ricchezze ambientali, culturali e identitarie della Sardegna. Tali figure cureranno la diffusione di materiali didattici e la realizzazione di prodotti multimediali che, attraverso la tecnica dello Storytelling, possano costituire esperienze di visite virtuali realizzate con le tecnologie immersive.
È stata inoltre prevista la formazione di nuovi imprenditori per gestire servizi turistici (punti di ristoro, servizi di accompagnamento, di produzione e commercializzazione di prodotti locali, strutture ricettive extralberghiere, ecc.), strettamente collegati al mondo delle Colonie Penali. Essi potranno costituire una nuova imprenditorialità che arricchisca il tessuto economico locale.
Il patrimonio storico-culturale ed ambientale valorizzato è costituito dai territori, ad elevato valore naturalistico e paesaggistico, che ospitano o hanno ospitato le colonie penali agricole e che oggi costituiscono aree parco o sono contigue ad aree protette.
Grazie ai materiali elaborati nell’ambito del progetto i potenziali visitatori possono andare incontro a una esperienza di viaggio virtuale originale e coinvolgente che potrà poi tradursi in effettiva conoscenza dei luoghi.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo