In volo privato da Zurigo con 33mila euro in contanti

Nell’ambito di un controllo volto a contrastare i traffici illeciti, i funzionari dell’Agenzia Dogane e Monopoli (ADM) di Sassari, in servizio presso la Sezione Operativa Territoriale di Olbia - Aeroporto “Costa Smeralda, Eccelsa”, in sinergia con i militari della Guardia di Finanza del Gruppo di Olbia, hanno fermato e sottoposto a controllo un cittadino di nazionalità svizzera in arrivo con un volo privato da Zurigo.
Il nervosismo del soggetto controllato, nonché l’evasività nelle risposte date, hanno spinto gli operanti ad approfondire l’attività di controllo arrivando così ad accertare come l’uomo avesse tentato di occultare circa 33.000 euro, in 660 banconote da 50 euro, all’interno dei suoi bagagli.
L’attività di servizio in argomento si inquadra in un più ampio e costante dispositivo di prevenzione posto in essere dalla Guardia di Finanza e dall’Agenzia Dogane e Monopoli negli spazi doganali aeroportuali, attraverso l’elaborazione di specifiche analisi di rischio orientate, in particolar modo, al monitoraggio e controllo dei passeggeri e del bagaglio trasportato nei voli ritenuti più “sensibili” per la perpetrazione di illeciti valutari.
Il passeggero si è avvalso dell’istituto dell’oblazione, provvedendo contestualmente al pagamento immediato della sanzione di circa 3.450 euro, corrispondente al 15% del denaro eccedente la somma di 10.000 euro, così come previsto dall’art. 7, comma 1, D. Lgs. 195/2008.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo