L'attaccante Fabrizio Roberti è del Sassari calcio Latte Dolce

Fabrizio Roberti (foto: Alessandro Sanna)
Fabrizio Roberti (foto: Alessandro Sanna)
Benvenuto a Fabrizio Roberti (Roma, 07 gennaio 1993), attaccante centrale che la scorsa stagione era in forza al Monterosi. Da avversario ha già incrociato la sua strada con il club biancoceleste. Nella stagione 2017//2018 si laureato capocannoniere del girone G di Interregionale – lo stesso della società sassarese – con ben 25 reti realizzate, 34 complessive quelle messe a segno con il team ostiense nella stagione e mezza disputata. Inizia la sua avventura nell'under 19 del Grosseto. Arrivano poi le esperienze maturate fra Monterotondo, Pro Cisterna, Lupa Castelli Romani (serie C nel 2015//2016), Trastevere (25 reti nel campionato di Eccellenza 2014//2015), Latina, Ostiamare appunto, Anzio, Viterbese (serie C), Taranto e Monterosi: una carriera partita dall'Eccellenza e poi vissuta fra Lega Pro e serie D per un attaccante che ha dimostrato di saper lasciare il segno.

Fabrizio Roberti, attaccante del Sassari calcio Latte Dolce: «La mia scelta? L'ho fatta sapendo che il Sassari calcio Latte Dolce è una società seria ed ambiziosa, aspetto che ha influito molto sulla decisione presa perché abbiamo obiettivi comuni da raggiungere. Lo scorso campionato, stoppato improvvisamente dall'emergenza coronavirus, ha lasciato l’amaro in bocca a molte società e giocatori. Anche se ritengo che alla luce dei fatti la sospensione sia stata una decisione giusta, penso che non in tutti i gironi il congelamento delle classifiche abbia rispecchiato realmente la situazione che si sarebbe potuta realizzare al termine dei campionato. Ma non mi guardo indietro, voglio invece guardare avanti con entusiasmo. A livello personale la stagione scorsa non ho potuto disputare tutte le partite in calendario un problema muscolare, ma ora sto bene e sono pronto a mettermi in gioco. Sono ormai due anni che il Sassari calcio Latte Dolce fa campionati di vertice. Non so come sarebbe finita questa annata se la stagione avesse avuto il suo corso regolare, ma quel che è certo è che la squadra ha sempre lottato per le prime posizioni in classifica. Per quanto mi riguarda ho ancora voglia di crescere, calcisticamente e non. Come detto voglio mettermi in gioco e cercare di portare a termine questo percorso nel migliore dei modi. Ho incontrato la dirigenza, un'ottima impressione. Mister Stefano Udassi l’ho sentito per telefono, viaggiamo sulla stessa lunghezza d’onda. Abbiamo gli stessi obiettivi e cercheremo di raggiungerli insieme. I miei nuovi compagni li ho affrontati come avversari, ma non li ho ancora conosciuti personalmente. Avremo tempo, sarà un piacere. Speriamo di fare un campionato importante e speriamo ricco di soddisfazioni, ma rimanendo con i piedi ben piantati a terra. Obiettivi personali? Mi piacerebbe tanto prendermi quello che non sono riuscito a ottenere lo scorso anno».

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  • Fabrizio Roberti (foto: Alessandro Sanna)