Sardegna. Misure di contrasto COVID-19: emanate due nuove ordinanze dal Presidente Solinas

Sono state emanate ieri dal Presidente della Regione Sardegna le ordinanze n. 34 e n. 35 che disciplinano ulteriori misure straordinarie urgenti di contrasto e prevenzione della diffusione epidemiologica da COVID-19 nel territorio regionale della Sardegna.

L’ordinanza n. 34 conferma, fino al 31 luglio 2020, le disposizioni di apertura delle attività già consentite dalle ordinanze n. 20 del 2 maggio 2020, 22 del 13 maggio 2020, 23 del 17 maggio 2020, 26 del 29 maggio 2020, 27 del 02 giugno 2020, 29 del 14 giugno 2020, 30 e 31 del 4 luglio 2020.

A partire dal 15 luglio 2020 sono autorizzate:
- le sagre, le fiere e le feste paesane che abbiano luogo esclusivamente in spazi all’aperto purché sia assicurato il divieto di assembramento e dell’obbligo di distanziamento interpersonale;
- le attività che abbiano luogo in discoteche o in altri locali assimilabili all’intrattenimento (in particolare serale e notturno), esclusivamente all'aperto, purché sia assicurato il divieto di assembramento e dell’obbligo di distanziamento interpersonale, rispettando, a seconda della capienza massima del locale, il limite di almeno un metro tra gli utenti e due metri tra utenti che accedono alla pista da ballo.

L’ordinanza n. 35 conferma e proroga fino al 31 luglio 2020 i collegamenti aerei e marittimi, già consentiti, da e per la Sardegna. Tutti i passeggeri sono tenuti a registrarsi prima dell’imbarco utilizzando l’apposito modello raggiungibile all’indirizzo: https://sus.regione.sardegna.it/sus/covid19/regimbarco/init

Consulta i documenti:
- Ordinanza n. 34
- Ordinanza n. 35

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo