Solinas promette: “Subito provincia Gallura e Sassari città metropolitana”

“Prima della pausa estiva contiamo di approvare il disegno di legge 12, che impegna una serie di importanti provvedimenti in ambito sociale, di politiche della famiglia e per i più deboli. Abbiamo ancora da affrontare con grande tempestività la prima parte della riforma degli enti locali, restituendo alla Gallura l’autonomia che le avevamo promesso, ed equilibrando il Nord Sardegna con il riconoscimento della Città metropolitana di Sassari“. Così il presidente della Regione Sardegna, Christian Solinas, parlando con i giornalisti al termine del vertice di maggioranza, convocato ieri alle 18 e terminato alle 22.

Quello sulla riforma degli enti locali, “è un impegno formale- sottolinea il governatore- vogliamo portarla in aula prima della breve sospensione estiva. Ci sono state molte settimane di fermo dovute al lockdown, recupereremo quel tempo lavorando un po’ di più a luglio e agosto“. A settembre, prosegue, “abbiamo una serie di provvedimenti importanti da affrontare, ma prima dobbiamo chiudere un accordo tra Regioni a Statuto speciale e governo sulla compensazione del mancato gettito dovuto all’emergenza coronavirus. È un accordo fondamentale, che mi auguro possa mettere in sicurezza i conti della Regione. Penso che verrà sottoscritto a brevissimo, ed è mia intenzione riferire in aula”.

Durante il confronto di coalizione, ampio spazio è stato dedicato alla sanità: “Abbiamo calendarizzato i lavori dell’aula per le prossime settimane, nelle quali contiamo di esitare la riforma. Abbiamo verificato anche la bontà del provvedimento di rilancio dell’economia approvato ieri dal Consiglio. Il ritorno alle otto Asl? L’articolazione sul territorio determina un avvicinamento fondamentale dei servizi ai cittadini, accorcia la catena di comando, consente tempestività di azione e nell’offerta di cure: è quello per cui i sardi ci hanno votato nelle ultime elezioni. Manterremo a livello centrale soltanto le funzioni che possono determinare economie di scala“.

Infine una battuta sulle tensioni all’interno della maggioranza, emerse durante le recenti discussioni in aula: “Posso dire che oggi è stato un vertice costruttivo, se ci sono stati mal di pancia nelle ultime sedute del Consiglio, questa sera non li abbiamo ravvisati”.
Fonte: Agenzia DIRE


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo