Fermato dall'Agenzia Dogane cittadino proveniente dall'Austria: trasportava 13.800 euro in contanti

Nell’ambito dei controlli volti a contrastare i traffici illeciti, i funzionari dell’Agenzia Dogane e Monopoli (ADM)  di  Sassari,  in  servizio  presso la Sezione  Operativa Territoriale  di  Olbia-Aeroporto “Costa Smeralda”, in sinergia con i militari della Guardia di Finanza  del  Gruppo  di  Olbia,  hanno  fermato  e  sottoposto  a  controllo  un  cittadino  di nazionalità austriaca in arrivo con un volo di linea proveniente dall’Austria. Alla  domanda  rituale  dei  funzionari  se  trasportasse  denaro,  il  passeggero  rispondeva  di  avere con  sé  la  somma  di  12.800  euro,  ma  dal  controllo  eseguito  sul  bagaglio  venivano  rinvenute banconote per 13.800 euro. L’attività  di  servizio  in  argomento  si  inquadra  in  un  più  ampio  e  costante  dispositivo  di prevenzione posto in essere dall’Agenzia Dogane e Monopoli e dalla Guardia di Finanza negli spazi doganali aeroportuali, attraverso l’elaborazione di specifiche analisi di rischio orientate, in particolar  modo,  al  monitoraggio  e  controllo  dei  passeggeri  e  del  bagaglio  trasportato  nei  voli ritenuti più “sensibili” per la perpetrazione di illeciti valutari. Il  passeggero  si  è  avvalso  dell’istituto  dell’oblazione,  provvedendo  contestualmente   al pagamento  immediato  della  sanzione di 200 euro corrispondente  al  5%  del  denaro eccedente  la somma di 10.000 euro così come previsto dall’art. 7, comma 1, D. Lgs. 195/2008.







© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo