Domenica ad Alghero terzo appuntamento con la Stanza Sonora ideata dal maestro Mauro Uselli

Terzo appuntamento con la Stanza Sonora ideata dal maestro algherese Mauro Uselli che questa domenica 26 luglio, proporrà al suo pubblico un concerto di musica  romantica al flauto. L’idea di risvegliare la città catalana che abbraccia il nuovo giorno coinvolge e incanta. Nel momento in cui la “ciutat vella” inizia ad animarsi, ecco che le note del maestro  navigano in filodiffusione per accompagnare il sorgere del  sole. Dopo il successo delle musiche di Debussy, questa domenica Uselli propone al suo pubblico le romanze di Shumann per piano e oboe, trascritte per flauto e pianoforte.  Una messa in scena di note empatiche, che riescono a sintonizzarsi con l’animo umano : fraseggi, melodie e virtuosismi che ricalcano i capolavori di questo maestro  e che in qualche modo evocano un’esperienza sensoriale “curativa”. Il maestro Uselli non è nuovo a queste proposte musicali. Dopo le sue apparizioni londinesi nei più grandi luoghi di cultura musicale contemporanea, Uselli sceglie ancora Alghero per sperimentare la musica terapeutica. Musica classica rivisitata al flauto, che ben si armonizza con l’ambiente urbano e chiama a vivere la città al di fuori dalla mura di casa. Con l’”Orticello delle utopie” così ha definito la Stanza sonora lo stesso Uselli, il maestro intende innaffiare l’amore per la musica e far germogliare un nuovo approccio a quella classica, quella musica di nicchia che in realtà oggi abbraccia un pubblico più ampio ed è veicolo di importanti percorsi emozionali.  Questa domenica a duettare con il maestro, sarà un altro talento algherese. Fabrizio Zara, uno dei più prestigiosi chitarristi algheresi, laureato al conservatorio musicale, presenta un programma di opere per chitarra sola, dalle musiche più classiche per avvicinarsi alla contemporaneità. Zara, reduce di importanti successi in tutta Italia, si cimenterà prima da solo poi chiuderà l’evento concertistico in duo con Uselli. Teatro di questo nuovo risveglio musicale sarà sempre la villa che si affaccia sulla piazzetta del molo,in centro storico, dietro la Madonnina che sovrasta la muraglia. Il concerto inizierà come di consueto alle 8.30 e l’ingresso è libero.




© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo