Mario Perantoni, M5S:“Su Porto Torres il Governo riapre la partita per la reindustrializzazione”

"A  seguito  di  interrogazione  da  me  presentata  a  dicembre  2018, in  merito  al  progetto  di riconversione del petrolchimico di Porto Torres “nel più grande e innovativo polo di chimica verde  al  mondo”,  il  Governo-nella  persona  della  sottosegretaria  Alessandra  Todde -procederà alla verifica dello stato di attuazione del Protocollo di intesa siglato nel 2011. Qualora  le  parti  coinvolte  lo  ritenessero  opportuno,  potrebbe  attivarsi  anche un  tavolo  di confronto con l’obiettivo di favorire la reindustralizzazione del polo». Così in una nota Mario Perantoni, portavoce M5S alla Camera dei Deputati. «Il  Protocollo impegnava  le  aziende  firmatarie a  realizzare  il  progetto  di  riconversione attraverso la creazione di una filiera integrata per le bioplastiche biodegradabili, effettuando una serie di investimenti. Il progetto avrebbe dovuto ultimarsi entro il  2016 ma, ad oggi,non è ancora stato completato e si registra un forte ritardo. Confido,  quindi, che il  percorso  di  reindustrializzazione  del  polo  di  Porto  Torres possa finalmente essere portato a termine», conclude il deputato pentastellato sassarese.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo