Sennori. Brindisi da casa e concerto in diretta web per “Calici di Stelle 2020”

Sennori non rinuncia a brindare con “Calici di Stelle”, ma l’edizione 2020 sarà all'insegna della sicurezza sanitaria. Per evitare di esporre la popolazione e le migliaia di turisti che accorrerebbero in paese al rischio coronavirus, l'amministrazione comunale ha trovato una formula che, nel rispetto rigoroso delle misure previste dalle normative statali e regionali e dei protocolli anti Covid-19, consenta comunque lo svolgimento il 10 agosto, seppure in maniera atipica, della manifestazione che mette in vetrina le produzioni vitivinicole e gastronomiche sennoresi.

L'edizione di quest'anno, che l’associazione delle “Città del Vino” ha voluto intitolare “E quindi uscimmo a riveder le stelle”, a Sennori è stata personificata con il sottotitolo “A ognuno in domo sua”. Il Comune ha deciso di acquistare dai produttori e dalle cantine il vino, per poi comporre un kit di tre bottiglie e calici, che potranno essere prenotati e acquistati sul web da mercoledì 5 agosto, tramite un modulo Google. I cofanetti potranno poi essere ritirati nella sede del Comune, lunedì 10 agosto, giorno della manifestazione. All'interno del cofanetto ci saranno tre bottiglie: una da 50 cl di Moscato di Sennori, una da 75 cl di vino da produttori locali di vino sfuso, una da 75 cl di vino da cantine di Sennori che imbottigliano.

Per creare un momento di convivialità a distanza, la notte del 10 agosto dall'ex cava di tufo andrà in scena un concerto con i gruppi musicali locali che sarà trasmesso in diretta sulla pagina Facebook del Comune. In questo modo ognuno, da casa sua, potrà passare una serata in compagnia, evitando assembramenti, sotto le stelle, sorseggiando il buon vino di Sennori e ascoltando la buona musica degli artisti locali.

Nei prossimi giorni sui canali web e social del Comune sarà pubblicato il link per le prenotazioni del kit di vini, che saranno a edizione limitata: saranno disponibili 1.200 confezioni a un costo di 12 euro ciascuna. «Pur in emergenza, ci è sembrato doveroso dare un segnale e un riconoscimento importante anche ai produttori locali di vino, con i quali in questi anni c’è sempre stata una leale e proficua collaborazione nel promuovere i prodotti del territorio», spiega l’assessora alla Cultura e alle Attività produttive, Elena Cornalis. «L’amministrazione comunale non poteva sottrarsi dal dare una mano anche ai produttori vitivinicoli che a causa dell'emergenza covid-19 non hanno potuto vendere come sempre il loro prodotto e che hanno necessità di svuotare le loro botti per far posto al nuovo vino che arriverà dalla vendemmia di settembre», dichiara il sindaco, Nicola Sassu. «Sarà per tutti un sacrificio partecipare a una manifestazione così sentita senza ritrovarsi come al solito per strada. Ma sono sicuro che lo spirito di Calici di Stelle resisterà anche all'emergenza sanitaria».




© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo