SARDEGNA

Turismo, 1,5 mln ai tour operator per i viaggi post-covid. Chessa "Essenziale garantire continuità"

Il turismo, anche in Sardegna, è stato uno dei settori maggiormente colpiti dalla pandemia SARS CoV-2. L’assessorato regionale ha varato una misura straordinaria, derivante da fondi De Minimis, che prevede l’erogazione di contributi fino a 1,5 milioni di euro in favore dei tour operator, per l’organizzazione di viaggi in Sardegna effettuati nel periodo compreso tra il 1° luglio e il 31 ottobre 2020. La decisione è stata così spiegata dall’Assessore del Turismo Gianni Chessa: "abbiamo ritenuto fondamentale promuovere una misura straordinaria finalizzata a supportare le imprese del settore nel post-Covid, con un incentivo destinato al proseguo delle attività”. 300mila euro per i pacchetti fruiti dai viaggiatori italiani, 600mila per quelli proveniente dall’area UE e altri 600mila per il totale delle prenotazioni dall’area extra Europa. Ogni agenzia di viaggio o tour operator potrà beneficiare di un massimale di 100mila euro, che si estende a 150mila per i mercati di provenienza extra europea. Lo sportello per la richiesta dei contributi entrerà in funzione il 17 agosto e resterà attivo fino alla mezzanotte del 30 settembre. I documenti sono consultabili nella sezione Bandi e Gare del sito della Regione Autonoma della Sardegna.



© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo