La Commisione Autonomia approva: Sassari Città Metropolitana, proliferano le province

La commissione Autonomia e Riforme del Consiglio regionale ha approvato il nuovo assetto territoriale della Sardegna che prevede due città metropolitane e sei province. L'assetto defintivo sarà determinato dalla Giunta entro un mese dall'approvazione della legge. Si prevede l'esame del testo in aula a fine agosto o ai primi del mese di settembre. Saranno quindi due le Città metropolitane, Cagliari e Sassari; sei le nuove province: Gallura (nuova con 26 Comuni), Nuoro (53), Ogliastra (nuova con 22), Oristano (87), Medio-Campidano (con 28) e Sulcis-Iglesiente (nuova 23).
Cesseranno di esistere le province di Sassari che verrà sostituita in parte dalla Città metropolitana e in parte dalla Gallura, e quella del Sud Sardegna che vedrà nascere quelle del Medio-Campidano e e Sulcis-Iglesiente.
Quanto previsto sulla carta potrà essere rivisto dai comuni limitrofi che entro 30 giorni dall'entrata in vigore del riassetto potranno scegliere di distaccarsi dall'ente di appartenenza con deliberazione del Consiglio comunale: direttamente se all'unanimità o dopo l'espletamento di un referendum consultivo in mancanza. Possibile la creazione di unioni di province nella misura massima di tre.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo