Discoteche all'aperto "salve" in Sardegna: Solinas firma l'ordinanza per la riapertura

Con l'ordinanza n.38 dell' 11 agosto il Presidente della Giunta Regionale Sardegna Solinas conferma la riapertura delle discoteche all'aperto.
Le condizioni per l'esercizio sono sempre le stesse:
"Continuano ad essereconsentite le attività che abbiano luogo in discoteche o altri locali  assimilabili  all’intrattenimento  (in  particolare  serale  e  notturno), esclusivamente all’aperto, purché sia assicurato, con ogni idoneo mezzo, compreso quello dell’informazione e vigilanza, il divieto di assembramento e dell’obbligo di distanziamento interpersonale, rispettando, a seconda della capienza massima del locale, il limite di almeno un metro tra gli utenti e due metri tra utenti che accedono alla  pista  da  ballo.  Tali  attività  dovranno  svolgersi  nel  rigoroso  rispetto  di  quanto previsto dalDPCM  del 07agosto2020  e  dalla  scheda  tecnica  “Discoteche” contenuta nelle “Linee guida per la riapertura della attività economiche, produttive e ricreative” approvata dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome del 06 agosto2020, allegato 1del DPCM del 7 agosto2020".
Ecco gli obblighi per i gestori:
"I soggetti gestori dei locali nei quali si svolgono le attività di cui all’art. 1 sono tenuti a:-garantire  percorsi  differenziati  per  l’ingresso  e  le  uscite,  che  consentano  il mantenimento delle distanze di sicurezza durante la fila;-eseguire la misurazione della temperatura corporea all’ingresso;-tenere  a  disposizione  erogatori  di  soluzioni  idroalcoliche  per  il  lavaggio  delle mani;-igienizzare costantemente le superfici con le quali entrano in contattogli avventori e, specialmente, i servizi igienici;-utilizzare dispositivi monouso per la somministrazione di alimenti e bevande;-contenere  gli  accessi  al  locale  in  misura  non  superiore  al  70%  della  capienza autorizzata nella licenza;-comunicare alla Stazione del CFVA competente per territorio il programma delle serate  con  i  rispettivi  orari  di  inizio  e  conclusione  delle stesse,con  cadenza almeno settimanale".
Le norme cesseranno di avere effetto il 31 agosto e necessiteranno, ebentualmentwe, di una provvedimento esplicito.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo