L’Auchan di Sassari chiude i battenti dopo 30 anni e riaprirà a metà Ottobre con l’insegna Conad

 (foto: SassariNotizie.com)
(foto: SassariNotizie.com)
In data 8 Settembre Fisascat-Cisl e Uiltucs hanno sottoscritto con Margherita Distribuzione e Conad l’accordo per il passaggio di ramo di azienda dello storico ipermercato.

L’ex ipermercato Auchan di Sassari chiude i battenti dopo 30 anni e riaprirà a metà Ottobre con l’insegna Conad ma con una superficie minore da 7300 a 4500 mq.. Chiara la vocazione commerciale sul’alimentare.

L’accordo siglato mira a salvaguardare tutti i livelli occupazionali delle 190 persone, 136 rilevate da Conad, con 15 lavoratori che accederanno all’incentivo all’esodo, 15 saranno assorbiti da chi rileverà i restanti 2800 con 25 lavoratori che entreranno in un percorso di riqualificazione e ricollocazione.

Questo permetterà di gestire i livelli occupazionali senza licenziamenti espulsivi.

“Rimangono ancora luci e ombre sulla vertenza – commenta Giuseppe Atzori della Fisascat-Cisl Sardegna – ma la firma degli accordi da uno scenario chiaro ai lavoratori che mira alla salvaguardia dei posti di lavoro. Mancano ancora tasselli da definire ma con ieri il confronto ha preso la via giusta, questo nell’interesse dei lavoratori.”

“L’accordo di ieri – commenta Cristiano Ardau Segretario Generale della UILTuCS Sardegna - non chiude la vertenza ma definisce l’inizio di un percorso tra azienda e sindacati. Abbiamo protetto i lavoratori e vanno assunte azioni per proseguire il percorso di riqualificazione e ricollocazione. Non abbiamo bisogno di nuovi disoccupati nel territorio”.  

Sempre ieri si è inoltre sottoscritto un accordo regionale che riguarda la vertenza regionale Auchan Conad con la costituzione di un apposito tavolo di confronto su base regionale per l’analisi e la gestione della vertenza.




© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  •  (foto: SassariNotizie.com)