I Carabinieri del NOE di Sassari sequestrano due aree costiere trasformate in discariche abusive

Venerdì scorso,a Golfo Aranci (ss), località “Terrata” e località “Cala Sassari”, i militari del Nucleo operativo ecologico di Sassari, con la collaborazione dei colleghi della stazione di Golfo Aranci, hanno eseguito il sequestro preventivo di iniziativa di due differenti aree di terreno, adiacenti alla fascia costiera, poiché adibite a discariche non autorizzate per lo smaltimento di rifiuti speciali pericolosi, quali:  parti di motore ed ingranaggi di autoveicoli, fusti ancora imbevuti di olii minerali, rifiuti ferrosi di varia natura, carcasse di pneumatici usurati, rifiuti di componenti elettriche ed elettroniche, rifiuti inerti di demolizioni edilizie, rifiuti contenenti amianto, con conseguente imbrattamento del suolo. Il valore delle aree sequestrate, di circa 200 metri quadri ciascuna, ammonta a 100.000 euro circa. Le indagini sono tutt'ora in corso per acclarare le responsabilità di chi abbia abbandonato i materiali, i quali risponderanno di realizzazione di discarica e attività di gestione di rifiuti non autorizzata e di alterazione e deturpazione di bellezze naturali sottoposte a speciale protezione.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo