Francesco Cozzula, ipovedente di Osilo, vince la sua battaglia per il diritto allo sport

 (foto: Pagina Facebook Francesco Cozzula)
(foto: Pagina Facebook Francesco Cozzula)
Passato qualche giorno dall’ultimo servizio da fuori legge svolto durante la manifestazione 59° Alghero Scala Piccada, tappa del campionato italiano velocità in montagna, e dopo aver prestat servizio nelle tre gare di campionato regionale kart svoltesi in Sardegna sino a oggi, Francesco Cozzula, ipovedente di Osilo, nella mattinata odierna ha ricevuto da parte di ACI Sport l’attestato di licenza sportiva per poter svolgere  il  ruolo  da  ufficiale  di  gara -segretario  di  manifestazione  verificatore  sportivo,  un  ruolo  che dall’inizio della stagione gli è stato impedito di effettuare perché senza patente di guida e quindi senza titolo per il rilascio della licenza sportiva. Ricordiamo che Francesco svolgeva il ruolo da ufficiale di gara già dal 1999. Nel corso della stagione sportiva 2020 è stata ideata una licenza ad hoc per i portatori di handicap, che non hanno la patente di guida, ma negli anni precedenti operavano come ufficiali di gara. Dunque Francesco, che segue il sogno di ritornare a correre come navigatore, si è dovuto sobbarcare anche questa “uscita di strada” che è stata risolta oggi nel migliore dei modi. A questo proposito, Francesco ha dichiarato così: “Un doveroso grazie a chiunque a vario titolo ha provato a darmi una mano, adesso puntiamo la rotta verso la licenza da navigatore rally h disabile”.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  •  (foto: Pagina Facebook Francesco Cozzula)