Egas. Bonus idrico emergenziale, prorogati i termini per la presentazione domande fino al 15 ottobre

L’Egas ha prorogato di due settimane i termini per la presentazione delle domande di bonus idrico emergenziale con l’obiettivo di consentire maggiori possibilità di accesso all’agevolazione agli aventi diritto. Lo ha comunicato oggi il presidente dell’Ente, Fabio Albieri, con una nota inviata ai sindaci dei Comuni gestiti da Abbana S.p.A. Le amministrazioni potranno quindi accettare le domande degli utenti oltre la data del 30 settembre inizialmente prevista e ora prorogata al 15 ottobre 2020.

Il Comitato Istituzionale d’Ambito ratificherà a breve, con apposita deliberazione, le decisioni assunte.

Il bonus idrico emergenziale è rivolto agli utenti di Abbanoa, titolari di utenze domestico residenti, appartenenti a nuclei familiari colpiti dalla crisi economica determinata dal Covid-19. L’agevolazione prevede un taglio nella prima bolletta utile di 50 euro per ogni componente del nucleo familiare. Oltre alla residenza in uno dei Comuni gestiti da Abbanoa, i requisiti per l’assegnazione del bonus prevedono che il richiedente abbia un indicatore dell’ISEE corrente non superiore alla soglia di 15 mila euro che si innalza a 20 mila euro nel caso di famiglie numerose (con almeno 3 figli a carico). Gli utenti aventi diritto possono presentare la domanda al loro Comune o tramite il sito www.bonusacqua.it dove è possibile trovare ulteriori informazioni.



© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo