Coronavirus, a Sennori quattro persone positive e tredici in isolamento fiduciario

In base ai dati trasmessi dall’Ats all’amministrazione comunale, a Sennori ci sono quattro persone positive al virus SARS-Cov-2 e tredici in isolamento fiduciario. Le quattro persone risultate positive al virus stanno bene, sono asintomatiche e stanno trascorrendo la quarantena isolate al loro domicilio. Fra le tredici persone che si trovano in isolamento volontario in quanto venute a contatto con persone sospettate di avere contratto il Covid-19 ci sono anche il sindaco e un consigliere comunale. Ieri tutti i dipendenti municipali, su iniziativa dell'amministrazione comunale, sono stati sottoposti al test sierologico di cui si aspetta di conoscere i risultati.

Rientra l'allarme scoppiato nei giorni scorsi attorno alla squadra di calcio del paese: giocatori e staff si sono sottoposti al tampone e dai risultati è emerso che solo due calciatori sono positivi al virus. Sono entrambi asintomatici e in quarantena nelle loro abitazioni, costantemente monitorati dalle autorità sanitarie. La squadra del Sennori scenderà quindi regolarmente in campo domenica, al Basilio Canu, per la gara del campionato di Prima categoria.

“Al momento la situazione dei contagi in paese è sotto controllo e come ho sempre fatto dall'inizio dell'emergenza sanitaria continuerò a informare i cittadini ogni volta che l’Ats ci comunicherà i dati aggiornati relativi al nostro comune”, spiega il sindaco, Nicola Sassu. “Io ho deciso di stare in isolamento fiduciario perché sono stato a contatto con una persona che potenzialmente potrebbe avere contratto il Covid, e che è in attesa di conoscere il risultato del tampone. È quindi una scelta personale e precauzionale per non mettere eventualmente a rischio la salute dei miei collaboratori», precisa il primo cittadino. Anche un consigliere comunale è in isolamento dopo essere stato a contatto con una persona positiva, ed è ora in attesa di conoscere il risultato del tampone rino-faringeo a cui si è sottoposto.

 «Tuttavia sono preoccupato per alcuni comportamenti poco prudenti che si sono registrati in paese nei giorni scorsi e dai quali potrebbero scaturire nuovi casi di positività che eventualmente saranno palesi nelle prossime settimane. Sono comportamenti irresponsabili e intollerabili. Le forze dell'ordine hanno intensificato i controlli per il rispetto delle norme anticovid emanate dal Governo, e invito tutti i cittadini a essere prudenti e coscienziosi perché la pandemia non è finita. Rispettare le regole indossando la mascherina, tenendo le distanze di sicurezza e igienizzando spesso le mani, è un comportamento indispensabile per evitare che i contagi dilaghino. Abbiamo dimostrato nella prima fase dell'epidemia che siamo in grado di fare tutto questo, che siamo in grado di salvaguardare la nostra salute, quella dei nostri cari e di chi ci sta attorno. Il virus non si è estinto, continuiamo a rispettare le regole».



© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo