La Dinamo Sassari espugna il campo della Virtus Roma

 (foto: Dinamobasket.com)
(foto: Dinamobasket.com)
La Dinamo Banco di Sardegna ritrova il sorriso sul parquet del Palazzetto dello Sport di Roma e batte la Virtus di Piero Bucchi con autorità. I giganti costruiscono il vantaggio già nei primi 20’ chiudendo avanti di 11 la prima frazione e sul +21 la seconda. Fondamentale apporto per coach Gianmarco Pozzecco dei suoi ragazzi che hanno risposto presente alla chiamata alle armi: decisivi Marco Spissu, top scorer con 19 punti e 5/7 da tre insieme a 2 assist, e Miro Bilan, anche se limitato dalle infrazioni con 15 punti e 9 rimbalzi. Onnipresente Jason Burnell che in una giornata non molto produttiva dal punto di vista offensivo diventa un fattore a rimbalzo (8) e trascina con energia il gruppo, bene Eimantas Bendzius (8pt). Grande apporto dalla panchina di Vasa Pusica (14 pt) e Filip Kruslin (9 pt con 3/5 da tre), ma la menzione speciale va al giovanissimo Kaspar Treier che ripaga la fiducia di coach Pozzecco e incornicia una gara da 15 punti (3/6 dai 6,75) e 7 rimbalzi. Bene anche Luca Gandini (4) e Stefano Gentile (3): con la forza del gruppo il Banco supera le difficoltà e ritrova la vittoria portando a casa due punti fondamentali.

Starting five biancoblu con Spissu, Bilan, Burnell, Bendzius e Gentile, coach Bucchi risponde con Hadzic, Baldasso, Hunt, Robinso e Wilson. Eimantas Bendzius apre le danze della sfida, per i padroni di casa è Jamil Wilson a rompere il ghiaccio con due triple di fila. Spissu risponde dall’arco ed è ancora Wilson a infilare l’ottavo punto dei capitolini. Reazione sassarese con maggiore pressione difensiva e un break di 9-0 che permette agli uomini di coach Pozzecco di mettere la testa avanti con Bilan, Bendzius, Burnell e Spissu. Ci parla su la Virtus che si sblocca con Baldasso ma il Banco prosegue la sua corsa, ottimo impatto di Kruslin dalla panchina che punisce dall’arco con due bombe che scrivono il vantaggio in doppia cifra (10-21). Nella seconda frazione c’è l’ottimo apporto di Kaspar Treier che mette a referto 6 punti, anche Pusica si unisce alla causa. Il canestro di un onnipresente Burnell scrive il +20 isolano, Spissu allarga il vantaggio con la tripla del 23-44. Dopo l’intervallo lungo Roma perde Gerald Robinson per infortunio, ma gli uomini di coach Bucchi non si perdono d’animo e provano a risalire la china. La Dinamo però resta in controllo, anche se i 4 falli sanzionati a Bilan e Bendzius costringono coach Pozzecco ad abbassare il quintetto e giocare small ball. Ottimo apporto di Treier che infila due bombe fondamentali per ricacciare indietro e porta il suo score in doppia cifra (12 pt, 5 rb). Pusica dall’arco scrive il nuovo +23 ed è Baldasso a chiudere al 30’: Banco in controllo 44-62. Ultimi dieci minuti in cui coach Gianmarco Pozzecco ha tre uomini con quattro infrazioni: Miro Bilan, Eimantas Bendzius e Jason Burnell. La Virtus prova ad aprire la rimonta, condotta da Baldasso, ma gli isolani non ci stanno: punti importanti arrivano da Luca Gandini autore di un mini break di 4 punti. Kruslin e Spissu ricacciano indietro i tentativi di rimonta dei capitolini: Treieri firma il suo season high di 15 punti, minuti anche per Marco Antonio Re. Con la tripla di Pusica la sfida si chiude 72-92.

Virtus Roma- Dinamo Banco di Sardegna 72-92

Parziali: 10-21; 13-23; 21-18;28-30.

Progressivi: 10-21; 23-44; 44-62; 72-92.

Virtus Roma. Hadzic 2, Biordi, Beane, Campogrande 9, Baldasso 29, Cervi10, Telesca, Hunt 2, Robinson 3, Farley 2, Wilson 15. All. Piero Bucchi

Assit: Baldasso 8 - Rimbalzi: Wilson 10

Dinamo Banco di Sardegna: Spissu 19, Bilan 15, Treier 15, Pusica 14, Kruslin 9, Devecchi, Re, Burnell 5, Bendzius 8, Gandini 4, Gentile 3, Tillman. All. Pozzecco

Assist: Burnell, Pusica 4 - Rimbalzi: Bilan 9

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  •  (foto: Dinamobasket.com)