Sassari.Studente senza penna:per i Presidenti di consiglio di circolo e istituto occorre"buon senso"

archivio (foto: Portavoce del sindaco)
archivio (foto: Portavoce del sindaco)
Riceviamo e pubblichiamo la nota del Coordinamento dei Presidenti di Consiglio di Circolo e d'Istituto della Regione Sardegna" in merito alla notizia apparsa nei giorni scorsi, secondo la quale uno studente, di fatto, non avrebbe potuto seguire le lezioni perchè, avendo dimenticato l'astuccio con la penna, nessuno gliene avrebbe potuto prestare un'altra.

Scambio di materiale didattico tra studenti

In riferimento alla notizia pubblicata in data 7 ottobre 2020 , in cui uno studente di una scuola primaria di Sassari non ha potuto seguire le lezioni per aver dimenticato a casa il suo materiale didattico, che è stata ripresa e pubblicata da tutta la stampa nazionale, con un impatto mediatico di notevole importanza;

Considerato che il presunto comportamento del docente è stato reso possibile dalla mancanza -alla data dell’azione- di direttive ministeriali e di linee-guida chiare e univoche o , piuttosto, di interpretazioni fin troppo restrittive e soggettive emanate dai singoli istituti o circoli scolastici;

Preso atto che la responsabile del dicastero dell’istruzione, On. Prof. Lucia Azzolina, riconfermando il parere del CTS, in data 10 ottobre 2020 ha dichiarato che “lo scambio di materiale tra alunni e docenti è permesso, purché si applichino le norme sanitarie vigenti, e che venga utilizzato  il “Buon senso”;

Il coordinamento regionale dei presidenti di Circolo e d'istituto, facendo proprie  le parole della Ministra, chiede e si auspica che il “BUON SENSO” venga realmente adottato come parola chiave nelle azioni di ogni singolo elemento del mondo scolastico (dai dirigenti scolastici nell’elaborazione dei PTOF e delle varie direttive interne, ai docenti nella loro applicazione caso per caso, ai genitori per una più attenta e fattiva collaborazione, agli studenti), per mettere fine a simili episodi a tutela della fragilità emotiva e psicologica dei nostri figli.

La scuola sta vivendo un periodo di vera e propria rivoluzione.  L’intesa, la cooperazione, la fusione tra le varie componenti è la linfa vitale per superare questo momento particolarmente problematico.

Il coordinamento dei Presidenti di Consiglio di Circolo e d'Istituto della Regione Sardegna.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  • archivio (foto: Portavoce del sindaco)