Bomba d'acqua ad Alghero: il sindaco chiederà lo stato di "calamità naturale"

Pubblichiamo di seguito le dichiarazioni del Sindaco di Alghero Mario Conoci che ieri notte, al termine di una giornata e una serata molto impegnativa sul fronte dell'emergenza dettata dal violentissimo nubifragio, ha postato sui social, ringraziando quanti hanno lavorato per garantire la sicurezza.

"Vere e proprie “bombe d’acqua”, non hanno dato tregua alla nostra città.
Anche una tromba d’aria ha colpito le campagne. I punti critici sono sempre gli stessi da anni: Lungomare Barcellona e il Lido.
Tutto il sistema della Protezione Civile comunale, i collaboratori comunali, dalle manutenzioni, ai Vigili, ai Barracelli e agli altri volontari, con anche i Vigili del Fuoco e tutte le altre Forze dell’Ordine, stanno intervenendo nell’emergenza.
Servono però interventi strutturali d’emergenza rapidi anche perché nessun sistema fognario può reggere un simile impatto.
Prendiamo anche atto dei danni per chiedere la dichiarazione dello stato di CALAMITÀ NATURALE.
Ringrazio tutti per l’opera che in queste ore stanno svolgendo, in mezzo a tante difficoltà, per limitare i danni e garantire il massimo della sicurezza possibile".

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo