Sardegna, "isola" anche nella Costituzione: parere positivo della Commissione Affari Costituzionali

La Commissione Affari Costituzionali del Senato ha approvato la modifica dell’articolo 119 della Costituzione. “L’inserimento della frase ‘La Repubblica riconosce le peculiarità delle Isole e promuove le misure necessarie e rimuovere gli svantaggi derivanti dalla insularità’ è un risultato importantissimo e rappresenta il primo vero passaggio legislativo volto a riconoscere la condizione di insularità quale diritto inalienabile dei Sardi”. È il commento a caldo del Presidente del Comitato per l’insularità Roberto Frongia e del Presidente del Comitato Scientifico Maria Antonietta Mongiu.  

“Oggi possiamo dire di avere ancora più chiare le ragioni che ci devono spingere a preservare le nostre radici, le nostre tradizioni, la nostra Storia e la nostra lingua - continuano Frongia e Mongiu - La condizione di insularità e il suo riconoscimento devono offrire l’occasione storica per trovare soluzioni ai problemi che gravano sulla Sardegna perché nonostante  i trattati comunitari e internazionali l'Isola continua ad avere uno svantaggio infrastrutturale e strutturale che si concretizza in danni di carattere sociale, economico, culturale. Questo passaggio positivo della  Commissione Affari Costituzionali rende evidente l’importanza, la bontà e la positività di una battaglia voluta e combattuta dal popolo sardo”.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo