“Stop&Go” di 15 giorni in Sardegna? Coro di critiche dal M5S

Sassari. Alla luce dell’aumento dei casi di positività da Coronavirus, qualora nelle prossime ore i numeri dei ricoveri continueranno a salire, il Governatore della Sardegna ha annunciato che sarà “applicato uno “Stop&Go” di 15 giorni per le principali attività, con contestuale chiusura di porti e aeroporti per limitare in modo rapido ed incisivo la circolazione delle persone e, con esse, del virus”.
Nel comunicato stampa Solinas parla di una decisione che potrebbe essere presa “per evitare di compromettere la tenuta del sistema sanitario e la regolare erogazione delle cure”. Ed è proprio con questa affermazione che la deputata algherese, Paola Deiana, sbotta contro il Presidente.
“Cosa ha fatto in estate questa Giunta per rendere più efficiente il sistema sanitario sardo? Qualcosa certo che l'ha fatta: ha deciso di aprire le discoteche, senza le condizioni di sicurezza, andando contro i suggerimenti del Governo e del Comitato Tecnico Scientifico".
“Conosciamo molto bene le difficoltà riscontrate nella prima ondata della pandemia (come personale sanitario carente e carenza di posti letto). Ma nonostante ciò - afferma piccata la parlamentare del Movimento 5 stelle -, Solinas e Nieddu non hanno fatto nulla per potenziare il sistema sanitario, per aiutare chi è in prima linea e tutti i sardi. A Sassari c'è stata una mancanza di reagenti, decine e decine di tamponi non sono stati processati. Vi sembra normale? Siamo solo ad ottobre”.
“Due le parole sconosciute a questa Giunta – continua Paola Deiana - programmare e organizzare per tempo. Ma dato che questo non è stato fatto, ecco che Solinas annuncia una chiusura di 15 giorni per le principali attività, porti e aeroporti. Una politica scandalosa, inerme, che si ripercuote sui sardi"

Lapidario Mario  Perantoni,  presidente  della  commissione  giustizia  di Montecitorio e deputato M5S
 “Apprendo  che  il  presidente  della  giunta  regionale  sarda  avrebbe  intenzione  di chiudere  l’isola  per  il  notevole  incremento  dei  contagi.  A  fronte  della  situazione,  sarebbe auspicabile  che  misure  così  drastiche  siano  assunte  solo  dopo  un  serrato  confronto  con  il governo  nazionale.  Mi  auguro  che  Solinas  si  coordini,  quindi,  in  modo  puntuale  con  le  altre Regioni  e  con  palazzo  Chigi.”

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo