Affittavano ma non dichiaravano i canoni: scoperta evasione di oltre 53.000 euro

 (foto: Guardia di Finanza)
(foto: Guardia di Finanza)
Nell’ambito dell’azione di contrasto all’evasione fiscale, le Fiamme Gialle di Sarroch hanno concluso due controlli fiscali, uno nei confronti di una società, che ha ceduto in locazione ad altro soggetto economico un ramo d’azienda di un’attività con sede in Assemini ed un altro nei confronti di un soggetto privato, che ha affittato un immobile di proprietà per uso commerciale.

L’input per le attività ispettive scaturisce da una preliminare acquisizione di informazioni nell’ambito del quotidiano controllo del territorio, successivamente approfondite mediante la consultazione delle banche dati in uso al Corpo.

In particolare, l’approfondimento ha riguardato il riscontro dei dati inerenti i contratti di locazione di locali commerciali e di aziende o rami di esse registrati con i valori riportati nelle dichiarazioni dei redditi.

Il primo controllo, quello eseguito nei confronti della società, ha permesso di appurare che la stessa ha ceduto in locazione a terzi negli anni 2016 e 2017, con regolare contratto registrato, il proprio ramo d’azienda, omettendo di dichiarare ai fini delle imposte dirette e dell’IRAP i relativi canoni percepiti per un ammontare pari a 36.000 euro e un’IVA dovuta di 7.920 euro.

Il secondo controllo eseguito nei confronti di un privato residente a Bologna, ma proprietario di un immobile sito in Capoterra, ha permesso di appurare che lo stesso lo ha ceduto temporaneamente in locazione per uso commerciale negli anni dal 2014 al 2018, con regolare contratto registrato: i successivi riscontri Corpo hanno permesso di accertare che il soggetto non ha presentato le dichiarazioni dei redditi per tutti gli anni d’imposta, qualificandosi come evasore totale ed omettendo di dichiarare gli importi percepiti quali redditi di fabbricati per un valore complessivo di 17.490 euro.

L’intervento si inserisce nel più ampio ed articolato proscenio di attività finalizzate al contrasto dell’evasione fiscale, fenomeno che produce effetti negativi per l’economia, ostacola la normale concorrenza tra imprese, danneggia le risorse economiche dello Stato ed accresce il carico fiscale per i cittadini onesti.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  •  (foto: Guardia di Finanza)