Vinyls, se ne parla il 2 agosto
E la Chimica verde va a piccoli passi

"Il tavolo regionale si sposti in provincia di Sassari"
di Valentina Guido
L'ingresso della sede Vinyls di Porto Torres (foto: SassariNotizie.com)
L'ingresso della sede Vinyls di Porto Torres (foto: SassariNotizie.com)

SASSARI. Il futuro della Vinyls sarà discusso il 2 agosto nella sede del ministero dello Sviluppo economico. L'ultimo incontro il 4 luglio si era chiuso con un nulla di fatto. Nessuno aveva risposto al bando di acquisto predisposto dai commissari straordinari, ma era emerso l'interessamento della multinazionale francese Arkema. Si tratta di capire se sia un interesse sincero o l'ennesima voce di corridoio senza sviluppi (alla maniera di Gita). Bisogna fare in fretta, perché la data ultima ultima per la liquidazione della società è l'8 settembre. Dopo quella riunione, a cui avevano partecipato i sindacati nazionali del comparto Chimici, la presidente della provincia di Sassari Alessandra Giudici e il sindaco di Porto Torres Beniamino Scarpa, l'assessore regionale all'Industria Oscar Cherchi aveva affermato che lo spezzatino sarebbe stato il peggiore dei mali, dovendo fare “di necessità virtù”. Una delle condizioni poste dai sindacati e dalla Regione era la presenza di Eni al prossimo tavolo convocato a Roma.

E mentre sul fronte della Chimica di base si procede a rilento, su quello della chimica verde qualcosa si muove. Il 25 luglio si è riunito a Cagliari, negli uffici regionali, il Gruppo di lavoro connessioni agricole, ricerca, innovazione e centrale a biomasse come da addendum al protocollo siglato presso la Presidenza del Consiglio. Erano presenti Andrea Prato, responsabile del progetto Co2.0, Màtrica, Sindyal, Polimeri e le organizzazioni sindacali di categoria e confederali. C'erano anche la presidente della Provincia Alessandra Giudici e il sindaco di Porto Torres Beniamino Scarpa. E' stato chiesto con insistenza di spostare il tavolo da Cagliari alla provincia di Sassari. La probabile data per la prossima riunione è il 13 agosto. In ballo ci sono 10 milioni di euro che la Regione dovrebbe dare al territorio. Ora si attende che la presidente della Provincia convochi le parti sociali. “Sostanzialmente a Cagliari l'incontro si è chiuso con un nulla di fatto- ha commentato Simone Testoni di Ugl Chimici Sassari- Ci aspettavamo la presenza dell'assessore regionale al Lavoro, ma non c'era”.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  • L'ingresso della sede Vinyls di Porto Torres (foto: SassariNotizie.com)