Ospedale e servizi sociali nella seduta
del Consiglio comunale di Ozieri

Illustrato il cronoprogramma per la messa a norma del "Segni"
Il Consiglio comunale di Ozieri (foto: Andrea Fancellu, per gentile concessione)
Il Consiglio comunale di Ozieri (foto: Andrea Fancellu, per gentile concessione)
OZIERI. È stata dedicata quasi esclusivamente alla programmazione dei servizi sociali e alle ultime novità sulla crisi dell'ospedale, l'ultima seduta del Consiglio comunale di Ozieri prima della pausa estiva. Giovedì all'apertura dei lavori, il sindaco ha comunicato all'assemblea i contenuti dell'incontro avuto 48 ore prima con i vertici della Asl. Stasera i risultati del faccia a faccia saranno resi noti anche ai partiti, ai sindacati e al comitato "Salviamo l’Ospedale" durante una seduta aperta della commissione comunale Sanità.

Il primo cittadino ha elencato l'elenco degli impegni presi dal manager Marcello Giannico. Si tratta della riapertura immediata della sala operatoria di Ortopedia, dove sono già iniziati i lavori di adeguamento, e della più generale messa a norma del presidio ospedaliero, dove sono previsti investimenti per tre milioni di euro. Tra i lavori più attesi, il ripristino della sala operatoria di Chirurgia, che un anno fa aveva dato inizio alla mobilitazione di tutto il territorio contro la decadenza dell'ospedale "Segni" e l'avvio entro l’autunno dell'appalto per un mini blocco operatorio per il quale ci sono già i fondi regionali. Gli altri interventi riguardano la Radiologia, che attende da mesi la piena operatività, e l’adeguamento dei reparti Dialisi e Neurologia, dove mancano solo gli arredi. Il sindaco, Leonardo Ladu, ha commentato positivamente questi risultati, che sono il frutto «di un dialogo costruttivo tra tutte le istituzioni del territorio e la Asl».

All'ordine del giorno anche l'approvazione della Programmazione sociale 2011 per oltre 3,4 milioni di euro. Al centro degli interventi i servizi alla persona, alle disabilità e alla salute mentale. Tutti interventi finanziati dalla Regione e gestiti insieme alla Asl e a una rete di strutture e operatori nel territorio che hanno permesso di risparmiare risorse e migliorare il servizio nel corso degli anni.

In chiusura di seduta sono passsati anche l'ampliamento dell'impianto di compostaggio di Coldianu e il ripiano dei debiti della controllata Prometeo per 10mila euro.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  • Il Consiglio comunale di Ozieri (foto: Andrea Fancellu, per gentile concessione)