"Pupazzetto" con bossoli: ma è tutto videoregistrato, denunciato incensurato

Una volante della Polizia di Stato (foto: Archivio)
Una volante della Polizia di Stato (foto: Archivio)
Nei giorni scorsi il personale della squadra di P.G. del Commissariato di Olbia ha individuato l’autore di un grave atto intimidatorio compiuto a danno di un noto cittadino olbiese titolare di diverse attività commerciali e con un passato da esponente politico di levatura regionale.
La vittima, che tra le sue attività annovera anche un distributore di carburanti nella zona industriale di Olbia, alcune settimane fa si era recato  sul posto nelle prime ore della mattina, rinvenendo, appoggiati su una colonnina delle pompe, un pupazzetto forgiato a sua immagine e somiglianza avvolto in un guinzaglio per cani e tre bossoli di cartucce per fucile cal.12.
Nelle indagini, immediatamente effettuate a seguito della denuncia, è stata determinante la presenza di un impianto di video sorveglianza ausiliario che ha permesso di registrare tutti i movimenti del malvivente che, probabilmente, ha messo in atto il macabro avvertimento convinto di agire senza essere visto da nessuno.
Solo dopo una serie di controlli incrociati e grazie all’utilizzo di sofisticati software utili al riconoscimento facciale delle persone è stato possibile identificare l’autore del fatto.
L’uomo, sconosciuto alle forze dell’ordine, in quanto completamente privo di precedenti giudiziari, è stato individuato presso la sua abitazione, sita in provincia di Nuoro, e denunciato in stato di libertà alla competente A.G., per minaccia e porto ingiustificato in luogo pubblico di armi, parti di esse o munizioni.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  • Una volante della Polizia di Stato (foto: Archivio)