I Carabinieri trovano 118 chili di marijuana in una villetta vicino Olbia, due gli arrestati

I Carabinieri della stazione di Olbia Poltu Quadu insieme ai militari della stazione di Porto Rotondo, hanno arrestato due persone per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L'operazione è avvenuta nel corso di un'intensa attività info-investigativa che ha interessato la zona di Cugnana, tra Olbia e Porto Rotondo, dove i militari hanno rinvenuto 118,7 chili di marijuana all'interno di una villetta.
I Carabinieri stavano monitorando i movimenti di un uomo di 60 anni originario di Mantova ma residente a Olbia, che con un complice di 52 anni si stava recando presso la villetta presa in affitto e adibita a vero e proprio laboratorio di lavorazione e imbustamento della marijuana. Quando sono arrivati però ad aspettarli c'erano i Carabinieri che hanno scoperto all'interno della villetta l'ingegnosa organizzazione con macchinari per l'essicazione e lo sbocciolamento della canapa, contenuta in bustoni di plastica, fusti e pacchi già confezionati e sottovuoto. La perquisizione ha permesso di rinvenire 43 sacchi termo-sigillati da mezzo chilo ciascuno, un sacco del peso di 2,7 chili occultato all'interno del congelatore dell'abitazione e 14 bustoni del peso compreso tra 2,5 e 10 chili. Sono stati inoltre rinvenuti tutti gli attrezzi per le operazioni di sfogliamento, essicazione, peso e confezionamento della sostanza  tra cui un setaccio, un deumidificatore, un motorino elettrico, un aspiratore, una pressa, una bilancia elettronica, un aspiratore a induzione oltre a centinaia di bustine per il confezionamento.
La perquisizione presso il domicilio del 52enne ha permesso di rinvenire ulteriori 323 grammi di marijuana, un bilancino di precisione e la somma di 1650 euro in contanti, mentre presso l'abitazione del 60enne sono state ritrovate varie confezioni in cellophane compatibili con quelle rinvenute nella villetta. Il materiale rinvenuto è stato sequestrato e per i due è stata disposta la traduzione presso il carcere di Bancali.





© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo