Incidenti stradali in aumento a Sassari:il Comune avvia campagne di sicurezza e sensibilizzazione

Sassari. 116 incidenti stradali soltanto a gennaio, di cui sei causati dall’abuso di alcol, e nove pedoni investiti dall’inizio dell’anno. Sono numeri preoccupanti per i quali l’Amministrazione comunale di Sassari ha messo subito in campo una serie di azioni per contrastare il fenomeno, intensificando le azioni di sensibilizzazione e di controllo nelle strade del territorio comunale. Già da domani ripartono i controlli con il telelaser.

Sono quattro gli interventi che partiranno da subito a opera della Polizia locale: i controlli di velocità sulle strade che hanno registrato i più elevati livelli di incidentalità o gravità; la campagna smartphone zombie; il contrasto all’uso del cellulare alla guida e all’omesso utilizzo sistemi di ritenuta (come le cinture di sicurezza) e la campagna pedoni sicuri.

I controlli di velocità saranno effettuati con l'utilizzo del Telelaser, si procederà alla contestazione immediata e le postazioni saranno comunicate dall’Amministrazione già nei giorni precedenti. Già da domani e fino alla fine di marzo riguarderanno via Predda Niedda, via Millelire, via Pirandello, via Budapest, via Carlo Felice. Lo scopo è quello di portare gli automobilisti a rispettare i limiti di velocità.

La campagna “Smartphone Zombie” ha permesso di ridurre di oltre il 40 percento il numero di pedoni coinvolti in incidenti stradali. Secondo le analisi elaborate dal Comando pesa sempre di più sull'incidentalità che coinvolge i pedoni l'uso del cellulare da parte di questi ultimi, specie quando si attraversa.

La terza azione si fonda sul dato più drammatico correlato all'incidentalità: la guida distratta che rappresenta la causa più diffusa di sinistri e di mortalità. Nel territorio comunale nel 2020 il 32,6 percento degli incidenti sono attribuibili alla distrazione.

Inoltre, l'omesso utilizzo delle cinture di sicurezza pesa sulla gravità delle lesioni subite dalle persone coinvolte nei sinistri. Per questo saranno previste postazioni di controllo stradale. Il contrasto della guida con l'uso del cellulare sarà fatto anche con un'attività di vigilanza dinamica che sarà affidata al reparto motociclisti della Polizia locale.

La quarta azione ha lo scopo di preservare gli spazi destinati alla mobilità dei pedoni: marciapiedi, aree pedonali, attraversamenti pedonali, scivoli destinati alla mobilità delle persone con ridotta capacità motoria, stalli di sosta per i veicoli al servizio di queste ultime.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo