Alcol, stupefacenti e covid: in provincia di Sassari un fine settimana di denunce e sanzioni

Nella notte tra sabato e domenica, a Santa Teresa di Gallura (ss), i militari della locale stazione Carabinieri, hanno deferito per guida sotto influenza dell'alcool e guida sotto effetto di sostanze stupefacenti  un 33enne residente nella cittadina. I militari sono intervenuti sulla ss133 bis per un sinistro stradale autonomo occorso al denunciato, che sosteneva essere stato causato dall’attraversamento di un cinghiale. Il conducente, sottoposto ad accertamenti, veniva accertato essere alla guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti del tipo cannabis con tasso pari a 196 g/l e sotto effetto di sostanze alcoliche con tasso pari a 0,93 g/l. Gli operanti hanno elevato, inoltre, la sanzione per inosservanza delle misure previste dalla normativa per il contenimento del contagio da covid-19 a lui ed al passeggero, 27enne anch’egli residente a Santa Teresa, poiché erano presenti sulla pubblica via in orario non consentito, senza giustificato motivo.

Anche a Bonorva (ss), nella stessa nottata, i militari dell’aliquota radiomobile, mentre transitavano per la piazza Sant'Antonio, hanno proceduto al controllo di due veicoli con a bordo  tre soggetti ciascuno sanzionando tutti per le violazioni in materia di misure anti covid-19, poiche' senza valido motivo, si sono spostati in orario non consentito; l’ autista di uno dei veicoli è stato inoltre deferito in s.l per essersi rifiutato di sottoporsi all'accertamento etilometrico, pertanto gli è stata ritirata la patente ed il mezzo veniva affidato ad altra persona idonea alla guida.

Ad Arzachena (ss), i militari della sezione radiomobile del reparto territoriale di Olbia, nel corso di un normale servizio perlustrativo, hanno deferito un disoccupato di 44 anni poiche’ sorpreso alla guida di un ciclomotore, gia’ sottoposto a sequestro, sprovvisto di patente di guida nonche’ privo di copertura assicurativa. Nella circostanza, l’uomo ha esibito un porta tessera con placca del corpo forestale v.a. Sardegna, utilizzata arbitrariamente senza averne titolo.
Ad Olbia (ss), sempre i militari della sezione radiomobile, hanno deferito un 20enne residente ad Ala’ dei Sardi (ss), poiche’ a seguito di perquisizione personale e veicolare è stato trovato in possesso di un coltello a serramanico di 21,5 cm e una pistola scacciacani priva del tappo rosso. Nella circostanza, lo stesso e’ stato segnalato alla competente autorità amministrativa per aver omesso di osservare vincoli imposti dalle misure in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da covid-19.

Nottata impegnativa per il radiomobile di Olbia, perché poco dopo hanno deferito in stato di libertà un 22enne residente a Budduso’ (ss), poiché, alla guida del veicolo, in via Roma, all’invito a fermarsi al posto di controllo non ha ottemperato all’alt, tentando la fuga. Raggiunto e fermato dopo un breve inseguimento, è stato accertato stesse guidando privo di patente di guida poiché sospesa. anche per lui sono scattate, oltre alla denuncia, le sanzioni covid.

A Burgos (ss), alle 19.00 circa di sabato, in via Pio IX presso la sede della guardia medica, si è presentato chiedendo di essere sottoposto a controllo un pensionato di 69 anni. Alla richiesta del dottore di indossare la mascherina prima dell'ingresso, si è rifiutato e strattonandolo per un braccio ha proferito minacce nei suoi confronti. Successivamente ha parcheggiato la sua autovettura davanti al cancello impedendo al medico la possibilità d'uscire in caso d'emergenza. Sono giunti sul posto, allertati dal medico, i militari della stazione di Bono unitamente a quelli della stazione di Benetutti, i quali hanno localizzato l’anziano presso la sua abitazione e lo hanno deferito in stato di libertà per resistenza a pubblico ufficiale ed interruzione di pubblico servizio.

A Bono (ss), la Compagnia ha eseguito un servizio coordinato volto al contenimento del contagio da covid-19, vista la recente ordinanza di chiusura in “zona rossa”, durante il quale i militari della stazione sono dovuti intervenire  presso un pub  di viale Italia dove hanno trovato alle 22.30 circa il titolare ed una dipendente intenti a somministrare bevande alcoliche a quattro avventori. Sono stati tutti contravvenzionati per violazione delle misure anticovid.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo