La Sardegna rischia di finire in zona rossa per il solo R(t)

Secondo quanto riportato sul sito dell'ANSA,  la Sardegna rischia di essere inserita in zona rossa. Il motivo sarebbe da rinvenire nel valore dell'indice di contagiosità R(t) che in quest'ultima settimana sarebbe balzato ben oltre la soglia di 1,25.
Gli altri indicatori sarebbero regolari.
Per l'ufficialità occorre attendere la cabina di regia che venerdì comunicherà le nuove colorazioni regionali.

Se ciò dovesse verificarsi Sassari, che ha una media di  due/tre nuovi contagati Covid al giorno nell'ultimo mese, e che potrebbe essere "bianca" o quantomeno "gialla", così come la stragrande maggioranza della popolazione isolana, si troverebbe ad essere fortemente penalizzata dai recenti focolai sviluppatisi in aree ben definite.
Sarebbe auspicabile l'applicazione di misure restrittive nelle zone maggiormente "infette", consentendo una diversa valutazione per le altre. Una tale possibilità è data dal decreto  Covid del governo Draghi emanato il  primo aprile che prevede l'estensione della zona rossa alle zone arancioni dove l'incidenza di contagi sia superiori a 250 casi ogni 100mila abitanti e nelle aree con circolazione delle varianti. Ciò avverrebbe attraverso una delimitazione delle specifiche aree interessate. Così come ad esempio avvenuto nei paesi "rossi" della Sardegna.
Eguale provvedimento può essere preso in relazione all'indice di contagio che, nell'isola, appare fortemente geolocalizzato.
Non si può penalizzare l'intera regione per singole evenienze, peraltro già delimitate.
Una nuova zona rossa non troverebbe in ogni caso comprensione nella stragrande maggioranza della popolazione che ha rispettato e rispetta  le norme di contenimento della pandemia.
Abbiamo già subito in passato un declassamento dovuto al minimo superamento dei pazienti ricoverati in terapia intensiva, effettuato senza tener conto dei nuovi posti letto inaugurati a Sassari appena "fuori tempo massimo" per la valutazione. Non è il caso di replicare.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo