Mercato difficile e voglia di riscatto: così riparte il Cagliari di Giulini

Il Cagliari ha tutta l’intenzione di ripartire alla grande. L’ultima stagione è stata piuttosto burrascosa per i sardi, che a metà campionato sembravano già condannati alla retrocessione. Il tecnico Eusebio Di Francesco, che già l’anno precedente aveva fatto male alla Sampdoria, è stato dunque sollevato dall’incarico. Sarebbe servito un mezzo miracolo per garantire al Cagliari la permanenza in Serie A e a pensarci è stato Leonardo Semplici: non un tecnico di primo grido, ma un onesto allenatore che negli ultimi anni aveva già assaggiato i principali palcoscenici del calcio italiano guidando la SPAL.
Per la prossima stagione si dovrà partire da subito col piede giusto. Solo così sarà chiaro a tutti dove potrà arrivare questa squadra. Gli elementi interessanti non mancano, a partire dal portiere Cragno, già nel giro della Nazionale. In avanti Joao Pedro è una garanzia, mentre si attende che Pavoletti ritrovi la condizione migliore. Il mercato estivo viene dunque in soccorso del Cagliari concedendo ai sardi una ghiotta opportunità per costruire le basi degli eventuali fasti del nuovo campionato. Come intuibile, Semplici è stato confermato in panchina, ma alcuni giocatori non sono certi di rimanere in rossoblù. Duncan e Sottil, infatti, erano giunti solo in prestito dalla Fiorentina e il club non è così spinto dall’idea di presentare un’offerta ai viola. Piuttosto, si potrebbe profilare l’ipotesi di un nuovo prestito, che però sembra già poco gradita ai toscani.
Semplici ha chiesto espressamente tre giocatori al presidente Giulini. Il primo è Kevin Bonifazi, che quest’anno ha militato nell’Udinese e che il mister ha già allenato alla SPAL. Il secondo è Stanislav Lobotka, centrocampista slovacco del Napoli che è stato poco impiegato da Gattuso nell’ultimo anno e mezzo; Spalletti, però, potrebbe pensare di puntare su di lui e se così fosse De Laurentiis chiederebbe una somma cospicua per lasciarlo andare. In avanti, invece, stuzzica la figura di Pablo Rodriguez, attaccante cresciuto nel Real Madrid e che ha collezionato una ventina di presenze col Lecce in questi mesi.
Occhio a Nandez. Il centrocampista uruguayano è finito nel mirino dell’Inter e della Roma, ma anche Roma e Lazio ci stanno facendo un pensierino. Anche Lykogiannis è sacrificabile, mentre sussistono dubbi sulla permanenza di Radja Nainggolan: il cartellino del belga è sempre di proprietà del “Biscione” e nelle ultime due stagioni era volato in Sardegna soltanto in prestito. Il “Ninja” è indubbiamente uno dei giocatori più rappresentativi e apprezzati di questa squadra. Con la maglia della Roma ha accumulato una discreta esperienza internazionale ed essendo ormai fuori dal giro delle convocazioni del Belgio può dedicarsi esclusivamente al club.
Il calciomercato che sta per cominciare ci dirà dunque molto sulle ambizioni del Cagliari. Stando a quanto trapela dai media, i sardi stanno pianificando diverse operazioni sia in entrata sia in uscita. Ritenere sin da oggi che il Cagliari possa salvarsi o addirittura qualificarsi per le coppe europee, però, sarebbe azzardato. I vari tipi di scommesse giocabili online vedono favorite le solite big per il raggiungimento dei vertici della classifica. Per il salto di qualità definitivo manca ancora qualcosa.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo