Desirè Manca richiede una convocazione urgente del Consiglio sullo stop ai lavori del centro dialisi

Sassari. Richiesta una convocazione urgente del Consiglio Regionale da parte di Desirè Manca per discutere dello stop ai lavori del centro dialisi.
“Il progetto di manutenzione e adeguamento alle norme di sicurezza è stato approvato due annifa ed è persino già appaltato. Tuttavia, i lavori diristrutturazionedel Centro Dialisi dell’ospedale Santissima Annunziata di Sassari, sempre più urgenti, non sono mai iniziati. Non solo: per consentire questa ristrutturazionesono stati anche già spesi 50 mila europer l’allestimento di un reparto alternativo, collocato in un altro piano dell’Ospedale e destinatoproprioad ospitare i dializzati per i quattro mesi necessari alla ristrutturazione dell’attuale Centro. In una città in cui vengono effettuate più di 10mila dialisi al giorno si fa sempre più serio il rischio che i pazienti restino senza un Centro di riferimento, dal momento che quello attualmente in usosi trova all’interno di locali decisamente obsoletie inadeguati con impiantirisalenti addirittura al 1987”. “Perché mai i lavori non sono ancora iniziati? Quali sono i motivi che ne ostacolano l’inizio? ”Sono questi gli interrogativiper i quali pretende una risposta la consigliera regionale del m5s Desirè Manca, prima firmataria di una mozionesottoscritta da tutti i Gruppi di minoranza, che impegna il Presidente della Regione, la Giunta e l’assessore alla Sanità a garantire la tempestiva realizzazione degli interventi di manutenzione edile e di adeguamento alle norme antincendio e di sicurezza degli impianti del Reparto dialisi della U.O.C. di Nefrologia e Dialisi Trapianti del Presidio SS. Annunziata della AOU di Sassari. Inoltre, tutti i consiglieri di minoranza hanno sottoscritto e presentato una richiesta di convocazione urgente del Consiglio regionale per trattare le problematiche inerenti i lavori del Centro Dialisi sassarese. “Il Centro Dialisi Ospedaliero –prosegue Desirè Manca – rappresenta un punto di riferimento fondamentale per tutti i pazienti con insufficienza renale acuta ricoverati nell’AOU di Sassari e per i dializzati cronici provenienti dai Centri territoriali del NordSardegna ricoverati nei vari reparti. Oggi il Centro ha bisogno di lavori urgenti, come il rifacimento degli impianti elettrici delle sale di dialisi e dell’esecuzione ex novo degli impianti dei gas medicinali per potereliminare le pericolose bombole attualmente installate nelle camere. Soltanto una volta eseguiti questi lavori si potrà infatti procedere alla realizzazione delle nuove pannellature delle pareti, alla coibentazione dell’impianto dell’acqua di dialisi, ai lavoridi adeguamentodei pavimenti e degliintonaci”.“Con la delibera n. 9 del 15 gennaio 2019, il Direttore generale dell’AOU ha approvato il progetto esecutivo e il relativo appalto è stato aggiudicato alla ditta Euro Elettra Srl di Roma. Ma i lavori sono ancora bloccati e il trasferimento del Centro nei nuovi locali temporaneamente allestiti a questo scoponon è mai iniziato. A regnare è quindi soltanto l’incertezza sulla sorte dello stesso Reparto di Dialisi. L’unica certezza – conclude la consigliera – è il fatto che ancora una volta a farne le spese siano i pazienti dializzati di tutto il Nord Sardegna”.
 
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo