Aiuti dalla Regione per gli allevatori delle zone devastate dai roghi

In seguito alle disastrose giornate vissute dagli allevatori delle zone devastate dai roghi, stante la difficoltà per gli stessi nell’approvvigionamento di alimentizootecnici per gli animali scampati alla violenza delle fiamme, l’assessorato dell’agricoltura sta mettendo in campo tutte le azioni possibili per assicurare disponibilità di foraggi, fieni e mangimi alle aziende zootecniche sufficienti ad assicurare copertura alimentare per il bestiame allevato.

Nell’immediato, l’Assessorato ha già ricevuto la disponibilità di Agris Sardegna, l’Agenzia regionale per la ricerca in agricoltura, viste le propria disponibilità e fatte salve le scorte necessarie per il bestiame aziendale, a fornire adeguati quantitativi di foraggio proveniente dai propri campi sperimentali, da destinare, quale tangibile segno di solidarietà verso la comunità del Montiferru, alle aziende zootecniche duramente provate dalla violenza dell’incendio. Presi i necessari contatti con le Amministrazioni comunali dei territori colpiti, già lunedì mattina, 2 agosto, sarà trasferito il primo carico di fieno di orzo e avena presso il Centro di raccolta della Protezione Civile situato ad Ottana. Ulteriori quantitativi, in fase di definizione, saranno assicurati nelle giornate successive.

Le forniture saranno effettuate in raccordo e coordinamento con la Protezione Civile e i Comuni interessati. Sono in fase di predisposizione altri interventi finalizzati al reperimento di ulteriori scorte di alimenti zootecnici che consentano di sopperire alle esigenze alimentari del bestiame nei prossimi mesi estivi. Per effettuare interventi strutturali urgenti, in particolare per il ripristino delle recinzioni aziendali, si sta attivando una modifica finanziaria del Programma di Sviluppo Rurale destinando maggiori risorse alla misura 5 che consente l’erogazione di contributi a totale copertura delle spese in caso di danni conseguenti ad eventi catastrofici. E’ in fase di approvazione, inoltre, un decreto che prevede la deroga per l’utilizzo di alimenti zootecnici convenzionali per le aziende che praticano i metodi dell’agricoltura biologica. Il provvedimento è finalizzato ad evitare che le aziende interessate, gravemente danneggiate dai roghi, possano incorrere in sanzioni determinate dal mancato rispetto delle norme europee in materia. Per un celere rilevamento dei danni subiti dalle aziende agro-zootecnico è stata definita una task force composta da tecnici di Laore che operano sul territorio avvalendosi di applicazioni e mappe elaborate dalla Protezione Civile regionale.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo