Sagra del mirto di Telti: domani gran finale con Francesco Piu e Gavino Riva

Domani la terza e ultima giornata della 26esima Sagra del Mirto di Telti-
8 agosto ore 19.30: Seminario di canto con Paolo Brandano
Ore 18.30 Drums Circles Tamburi e Percussioni
Ore 20,30 :Sfilata di Manuthones e Issohadores
Ore 22,00 Piazza Duomo: Francesco Piu Trio in concerto
Ore 22.00 Piazza Rinascita: Cuncordias in concerto

La Sagra "Plastic Free".
Nessun problema per il pubblico  alle prese per la prima vota con il Green Pass, richiesto all’ingresso del percorso della 26° Sagra del Mirto di Telti. La sagra si prepara per il suo Gran Finale. Una serata ricca di appuntamenti quella di domenica 8 agosto. Si comincerà  alle ore 19,30 presso il cortile della Chiesa di Santa Vittoria, con il seminario curato dal maestro Paolo Brandano, cantante professionista e insegnante di canto moderno.
Alle 22,00 in Piazza Duomo Francesco Piu Trio in concerto
Uno degli appuntamenti più attesi della stagione per gli appassionati seguaci di Francesco Piu. Una miscela esplosiva di blues, funky, rock. Questa la formula del sound di Francesco Piu, cantante e chitarrista sardo classe 1981. Accompagna la propria voce con strumenti quali chitarra acustica, dobro, weissenborn, banjo, lap steel e armonica. Negli ultimi anni si è ritagliato uno spazio di rilievo nel panorama del blues italiano ed internazionale.
Ha partecipato ad alcuni tra i più importanti festival del genere: IBC Memphis, Cognac Blues Passions, Blues To Bop, Blues Sur Seine, Pistoia Blues, Narcao Blues, Magic Blues, Santa Blues de Tenerife, Blues en Bourgogne, Salaise Blues, Milano Jazzin Festival, Vache De Blues, Schtumm, Trasimeno Blues. Francesco ha avuto l’onore di aprire concerti per grandi artisti. Ha vinto le selezioni nazionali si è esibito nel gennaio 2010 all’INTERNATIONAL BLUES CHALLENGE di Memphis, Tennessee come rappresentante italiano. Ma questo non è l’unico dei riconoscimenti conferiti a Francesco Piu: nel 2003 primo premio al concorso “Blues From Sardinia” al Narcao Blues Festival, nel 2008 primo premio al “Out of the Blue’s” di Samedan (SWI) e nel 2011 si aggiudica il prestigioso “Premio Maria Carta”. Dopo anni di blues acustico Francesco Piu sale sul palco in elettrico con un Power Trio arricchito da Gavino Riva al basso e Paolo Succu alla batteria. Dopo il disco CROSSING, vincitore di numerosi premi, Francesco porta in giro un “Best Off” pescando da quest’ultimo album, dall’osannato PEACE & GROOVE e dai precedenti lavori discografici, nell’attesa di sfornarne uno nuovo per il 2022.
Formazione sul palco:
Francesco Piu: voce, chitarra
Gavino Riva: basso, cori
Paolo Succu: batteria, percussioni
Parallelamente in Piazza Rinascita alle ore 22,00 ci sarà l’esibizione di  “Cuncordias in Concerto” spettacolo di musica etnica con Orlando Mascia grande suonatore di launeddas, Benas, Sulittu, organetto e chitarra. Con lui Eliseo Mascia al tamburello, sulittu e truffa, Bruno Camedda alla fisarmonica, Asael Camedda alla chitarra e Elisa Marongiu voce.
Orlano Mascia
Orlando Mascia è oggi dei  maestri di  launeddas più accreditati. Si è interessato alla musica sarda sin da bambino, iniziando a suonare la chitarra e "su sulittu" (zufolo pastorale). La passione per le Launeddas arriva a dodici anni grazie alle lezioni di Pietrino Murtas. Nel 1982l’incontro con Luigi Lai, un monumento alla musica sarda. Dotato di notevole talento musicale, Mascia, che suona anche fisarmonica e organetto, da parecchi anni è protagonista di numerose manifestazioni in tutto il mondo, da solista o accompagnando gruppi folk o altri artisti. Oltre a suonare e costruire le Launeddas, si dedica anche all'insegnamento tenendo dei corsi in alcuni paesi del Campidano. Ha fondato il gruppo Furias con Paolo Zicca e Bruno Camedda, ha collaborato col Duo Puggioni e ha formato infine l’Orchestra popolare sarda con una trentina di componenti
Mamuthones e Issohadores
Ad arricchire un programma curato in ogni dettaglio dal direttore artistico Mauro Mibelli, anche l’esibizione dei Mamuthones e Issohadores, capaci con il loro incedere lento e simbolico di affascinare il pubblico .  
Alle 19,30 un pensiero anche per i più piccoli per i quali è stato programmato in Piazza Duomo lo spettacolo :“Drums Circles Tamburi e Percussioni “
Immancabili le bontà gastronomiche proposte dai volontari della Proloco che guidati dalla Presidente Marilena Suelzu, anche per questa 26° edizioni non si sono risparmiati, proponendo pietanze tipiche del territorio e della gastronomia degli stazzi, accompagnate ovviamente da mirto a volontà.
Green Pass
All’ingresso della Sagra del Mirto di Telti continua l’obbligo del Green Pass, in ottemperanza alle recenti normative, gli inflessibili  addetti alla sicurezza misurano la temperatura e consegnano un braccialetto ai visitatori che si possono muovere liberamente all’interno degli spazi dedicati alla Sagra. L’invito al rispetto delle regole arriva dalla ProLoco e dal Comune di Telti, organizzatori dell’evento popolare, ma anche dagli espositori e dagli artisti che durante la Sagra si metteranno a disposizione dei visitatori per restituire a tutti la normalità tanto agognata .
Tutti gli aggiornamenti sulla pagina FB @sagra del mirto.

 
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo