Time in Jazz: entra nel vivo l'edizione numero trentaquattro

Time in Jazz, edizione 2021.
Domani in concerto Sara Magon e Clara Zucchetti in nave, Musica Nuda a L'Agnata e Mario Venuti a Porto Rotondo. E a Berchidda si inaugurano le mostre.
Con una giornata densa di appuntamenti, il festival Time in Jazz entra nel vivo della sua trentaquattresima edizione, in programma fino a lunedì 16 tra Berchidda (Ss) e gli altri quattordici centri del nord Sardegna in cui farà tappe quest'anno: Arzachena, Bortigiadas, Buddusò, Bulzi, Ittiri, Loiri Porto San Paolo, Luogosanto, Mores, Olbia, Oschiri, Porto Rotondo, San Teodoro, Telti e Tempio Pausania.
Il primo impegno in agenda per domani (lunedì 9 agosto) è a mezzogiorno con l'inaugurazione delle diverse mostre che anche quest'anno danno lustro al cartellone del festival. Si comincia con "Jazz Frames", l'esposizione degli acquerelli di Gaetano Salvemini, dedicati ai suoi musicisti preferiti, allestita al centro culturale "Pietro Casu". Un breve trasferimento porterà poi i visitatori a Sa Casara, l'ex caseificio berchiddese oggi sede dell'associazione Time in Jazz, organizzatrice del festival, che ospita nei suoi spazi diverse esposizioni: come la Collezione di Arte contemporanea nata nel 1997, in seno al progetto PAV (progetto arti visive), grazie al generoso contributo degli artisti visivi che negli anni hanno partecipato alle iniziative del festival. Rientrano invece nell'ambito di Time to Children, il vasto programma di attività dedicate ai bambini e all'educazione musicale, la mostra a cura di Fabio Calzia "Matraculas", musica e gioco nella tradizione sarda tra pedagogia, danza e verso cantato, e le riproduzioni delle tavole del pittore e illustratore Alessandro Sanna per i libri "Crescendo" e "Nidi di Note". Sue sono anche le otto opere (più alcuni schizzi) per la copertina e il libretto di "¡30!", l'album realizzato del 2014 in occasione dei trent'anni del quintetto "storico" di Paolo Fresu, che si potranno ammirare alla Casara, mentre Alessandra Freguja e Gabriele Lugli firmano le fotografie che raccontano la scorsa edizione di Time in Jazz. A suggellare con gusto le inaugurazioni, un AperiJazz offerto da Rau Arte Dolciaria e dalla distilleria Lucrezio R, aziende d'eccellenza berchiddesi.
Due immancabile eventi di Time in Jazz caratterizzano la giornata di domani (lunedì 9). Il primo è la traversata marittima in musica a bordo della nave della Corsica Ferries–Sardinia Ferries in viaggio dal porto di Livorno (partenza alle 14.30) a quello sardo di Golfo Aranci (arrivo alle 21.30): un appuntamento che si rinnova per il sedicesimo anno consecutivo, grazie alla collaborazione della compagnia delle navi gialle. Protagoniste, questa volta, voci, ukulele e percussioni di Sara Magon e Clara Zucchetti - che saranno impegnate nei giorni successivi, a Berchidda, nell'ambito delle attività per i più piccoli di Time to Children - con il loro repertorio ispirato alle musiche tradizionali dei più disparati angoli del mondo.
Il duo Musica Nuda di Petra Magoni (voce) e Ferruccio Spinetti (contrabbasso) sarà invece protagonista alle 18 di un altro "must" di Time in Jazz, un evento attesissimo a ogni edizione del festival (tanto atteso, anche in questa occasione, che i biglietti sono andati esauriti fin dal giorno di apertura delle prevendite, lo scorso 17 maggio): il concerto tributo a Fabrizio De André a L'Agnata, la tenuta nei pressi di Tempio Pausania che a metà anni Settanta divenne la dimora del grande cantautore genovese in terra sarda. Nato da un incontro fortuito nel 2003, in diciotto anni di intensa attività concertistica in tutto il mondo, il duo Musica Nuda ha collezionato riconoscimenti prestigiosi, tenuto più di 1.500 concerti e prodotto otto dischi in studio, tre live e un dvd.
Altri suoni e altra voce; in serata, il festival si sposta sulla costa, a Porto Rotondo: al teatro all'aperto "Mario Ceroli", alle 21.30, sarà di scena Mario Venuti che, accanto ai suoi brani più famosi, proporrà in concerto – anche questo già sold out - anche alcune canzoni del suo nuovo album in uscita il prossimo autunno; brani caratterizzati da influenze sonore sudamericane e del Brasile, che fanno parte della cifra stilistica dell'ex cantante dei Denovo, affiancato in questo impegno a Time in Jazz da Tony Canto alla chitarra.
Infine, di ritorno a Berchidda, l'ultimo momento musicale della giornata di domani (lunedì 9) è nel segno del Festival Bar, la vetrina di formazioni e solisti sardi e non, ospitati dai bar del paese, trasformati per l'occasione in piccoli club di musica all'aperto: al Bar K2, intorno alla mezzanotte, terrà banco il rock-blues dei Caboose di Luis De Cicco e Carlo Corso.
Biglietti e prevendite
Come sempre a Time in Jazz, l'ingresso è a pagamento solo per i concerti in programma in Piazza del Popolo a Berchidda: i biglietti si possono acquistare su Vivaticket al prezzo di venticinque euro (più diritti di prevendita) per ciascuna serata. Già sold out "Heroes", l'omaggio a David Bowie in programma mercoledì 11, e il concerto di sabato 14 con Fabio Concato e il trio di Paolo Di Sabatino. Sempre su Vivaticket sono in corso anche le prenotazioni obbligatorie per tutti i concerti a ingresso gratuito, in programma nei diversi centri che aderiscono a questa edizione numero trentaquattro di Time in Jazz. Sia per i concerti con ingresso a pagamento sia per quelli gratuiti, i posti saranno limitati per garantire il distanziamento tra gli spettatori previsto dalle misure anti-Covid-19; si potrà accedere alle aree dei concerti solo esibendo all'ingresso i biglietti e gli abbonamenti digitali o la prenotazione su smartphone o supporto cartaceo accompagnata da un documento di identità.
Green Pass per tutti i concerti
Nel rispetto delle nuove regole dettate dal Governo, in vigore da venerdì scorso, si potrà accedere alle aree dei concerti esclusivamente muniti di Green Pass, il documento che certifica la vaccinazione (a partire da 14 giorni dopo la prima dose), l'avvenuta immunizzazione o anche l'esito negativo di un tampone molecolare o antigienico: sarà obbligatorio per l'ingresso a tutti i concerti del festival, sia quelli a pagamento, sia quelli gratuiti che devono essere prenotati sul circuito Vivaticket e comprovati da un QR code (che si trova nel biglietto).
Nel caso di impossibilità di ottenere il Green Pass in formato digitale sarà sufficiente esibire il documento cartaceo e consegnare fotocopia attestante almeno la somministrazione della prima dose di vaccino o l'esito di un tampone con risultato negativo effettuato nelle 48 ore precedenti. Le fotocopie saranno trattenute dall'organizzazione. La nominalità potrà essere verificata con un documento di identità. I minori sotto 12 anni sono esenti dal Green Pass e dal tampone. Resta in vigore l'obbligo della mascherina al chiuso (nello spazio cinema e alle mostre) e il rilevamento della temperatura.
Per chi non fosse in possesso del Green Pass sarà possibile effettuare un tampone antigenico a pagamento presso l'Hub allestito a Berchidda da Time in Jazz grazie all'impegno dell'Amministrazione Comunale; sarà attivo per l'intera durata del festival presso i saloni parrocchiali in via La Marmora: tutte le mattine dalle 8.30 alle 10.30, e da mercoledì 11 fino a domenica 15 agosto anche tutte le sere dalle 18 alle 20.
Informazioni
Per informazioni, la segreteria del festival risponde al numero 320 38 74 963 e all'indirizzo di posta elettronica info@timeinjazz.it. Aggiornamenti e altre notizie sono disponibili sul sito www.timeinjazz.it e alla pagina www.facebook.com/timeinjazz. Per il programma giorno per giorno: https://timeinjazz.org

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo