All'imbarco con una "nacchera":turisti spagnoli sorpresi dalla Guardia di Finanza

I finanzieri del Nucleo Mobile della Tenenza della Guardia di Finanza di Porto Torres in servizio presso gli imbarchi dello scalo marittimo turritano  hanno  intensificato  i  controlli  disposti  dal  Comando  Provinciale  di  Sassari  volti  a  contrastare  i  traffici  illeciti doganali, con particolare riferimento al contrasto del fenomeno della sottrazione di sabbia, ciottoli e conchiglie dagli arenili dell’Isola.
In particolare, i militari hanno controllato un’autovettura con a bordo quattro  turisti  spagnoli  al  momento  dell’imbarco  sulla  nave  diretta  a Barcellona.  Il  controllo  ha permesso di rinvenire un raro esemplare di “Pinna Nobilis”, più comunemente conosciuta con il nome di “Nacchera di
Mare”, della lunghezza di quasi 60 centimetri, occultato all’interno dei bagagli contenuti nell’autovettura dei  turisti.  
L’esemplare del mollusco rientra tra le specie protette, come previsto dalla Direttiva n. 92/43/CE, relativa alla tutela e conservazione degli habitat naturali e della fauna e flora selvatiche, ed era stato prelevato, secondo  quanto  riferito  dagli  stessi,  a  titolo di “souvenir” da una spiaggia di Alghero. Pertanto,  al  termine  del  servizio,  i  finanzieri  hanno  sequestrato l’esemplare di mollusco in argomento e hanno verbalizzato i quattro turisti spagnoli per l’illecito commesso: ognuno di loro dovrà pagare
una sanzione amministrativa che può arrivare fino a euro 3.000. Infatti, la legge della Regione Autonoma della Sardegna n. 16/2017, a  tutela  dei  litorali  sardi,  prevede  per  chiunque  asporti,  detenga, venda  anche  piccole  quantità  di  sabbia,  ciottoli,  sassi  o  conchiglie provenienti  dal  litorale  o  dal  mare,  in  assenza  di  autorizzazione, l’assoggettamento ad una sanzione amministrativa da euro 500 a euro 3.000.
L’operazione  di  servizio  si  inquadra  nell’ambito  di  un’attenta  ed approfondita  analisi  di  rischio,  coordinata  e  diretta  dal  Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Sassari, sui dati e le informazioni raccolti per il monitoraggio dei punti di ingresso ed uscita portuali  e  aeroportuali  della  Provincia  di  Sassari,  volta  al  contrasto degli illeciti alla normativa doganale.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo