L'Arcidiocesi di Sassari accoglie i rifugiati afghani

L’Arcidiocesi di Sassari, tramite la Caritas diocesana e la Fondazione Accademia Casa di popoli, culture e religioni, si impegna per offrire accoglienza ai rifugiati afghani. Rispondendo positivamente alla richiesta del prefetto di Sassari, Maria Luisa D’Alessandro, la disponibilità ad accogliere una trentina di afghani in fuga dal proprio Paese è stata comunicata da monsignor Gian Franco Saba, arcivescovo metropolita di Sassari.
“La nostra diocesi accoglierà in città, nella struttura residenziale di una comunità religiosa, i rifugiati costretti ad abbandonare la loro terra. Il servizio diocesano della Caritas – ha affermato monsignor Saba – garantirà l’assistenza per vitto, alloggio, vestiario e prima assistenza sanitaria, unitamente alle attività di ascolto per le varie esigenze che si potranno manifestare, con l’ausilio di mediatori linguistici e con i servizi che verranno assicurati dall’Accademia Casa di popoli, culture e religioni”.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo