Yacht di 35metri distrutto dalle fiamme alla Marina di Olbia

Paura al Marina di Olbia nel corso della notte, a causa di un incendio divampato a bordo di uno yacht di 35 metri, di bandiera maltese, che si trovava ormeggiato nel porto turistico nel cuore dell’ambito portuale di Olbia.
La Sala Operativa della Guardia Costiera, una volta ricevuta la segnalazione dell’incendio intorno alle 01:30, ha immediatamente disposto l’invio della dipendente motovedetta CP 2116 e di un’aliquota di personale via terra. Giunti sul posto, i militari verificavano che le quattro persone dell’equipaggio avevano abbandonato lo yacht e si trovavano in buone condizioni di salute.  
Mentre gli uomini dei Vigili del Fuoco contrastavano le fiamme, il personale della Guardia Costiera provvedeva a far spostare le navi e le imbarcazioni da diporto ormeggiate nelle vicinanze, mettendole in sicurezza ed al riparo dal pericolo.
Le fiamme venivano domate dopo circa 3 ore; lo yacht risulta essere completamente distrutto anche se ancora in galleggiamento; sono in corso le attività di bonifica dell’unità e, al contempo, si stanno ponendo in atto  le misure necessarie per prevenire un possibile inquinamento dello specchio acqueo, anche con il posizionamento di panne assorbenti attorno allo yacht.
Sono in corso le dovute verifiche ed indagini per stabilire le cause dell’incendio ed accertare eventuali responsabilità dell’accaduto.
L’evento ha permesso di evidenziare la sinergia tra la Capitaneria di Porto e il Corpo dei Vigili del Fuoco; l’intervento immediato e coordinato ha permesso di limitare notevolmente i danni, evitando il propagarsi delle fiamme alle altre unità da diporto e scongiurando lo sversamento in mare di materiale inquinante

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo