Olbia: da lunedì le somministrazioni delle dosi addizionali anti-Covid nei soggetti trapiantati

Obiettivo della somministrazione della cosiddetta “terza dose”, a completamento del ciclo vaccinale primario, è quello di permettere il raggiungimento di un adeguato livello di risposta immunitaria nelle persone in cui è presente almeno una delle seguenti condizioni (specificate nella circolare del Ministero della Salute n. 41416 del 14 settembre 2021):

• trapianto di organo solido in terapia immunosoppressiva;
• trapianto di cellule staminali ematopoietiche (entro 2 anni dal trapianto o in terapia immunosoppressiva per malattia del trapianto contro l’ospite cronica);
• attesa di trapianto d’organo;
• terapie a base di cellule T esprimenti un Recettore Chimerico Antigenico (cellule CART);
• patologia oncologica o onco-ematologica in trattamento con farmaci immunosoppressivi, mielosoppressivi o a meno di 6 mesi dalla sospensione delle cure;
• immunodeficienze primitive (es. sindrome di DiGeorge, sindrome di Wiskott-Aldrich, immunodeficienza comune variabile ecc.);
• immunodeficienze secondarie a trattamento farmacologico (es: terapia corticosteroidea ad alto dosaggio protratta nel tempo, farmaci immunosoppressori, farmaci biologici con rilevante impatto sulla funzionalità del sistema immunitario ecc.);
• dialisi e insufficienza renale cronica grave;
• pregressa asportazione della milza;
• sindrome da immunodeficienza acquisita (AIDS) con conta dei linfociti T CD4+ < 200cellule/µl o sulla base di giudizio clinico.

Indipendentemente dal vaccino utilizzato per il ciclo primario (Comirnaty di BionTech/Pfizer, Spikevax di Moderna, Vaxzevria di AstraZeneca o Janssen di Johnson&Johnson) sarà possibile utilizzare come dose addizionale uno dei due vaccini a m-RNA: Comirnaty di BionTech/Pfizer nei soggetti dai 12 anni in su e Spikevax di Moderna in quelli di età pari o superiore a 18 anni.

La dose addizionale dovrà essere somministrata dopo almeno 28 giorni dall’ultima dose.
Per la somministrazione del vaccino nell'Hub di Olbia, in attesa della prenotabilità tramite portale digitale, saranno le stesse strutture che hanno in cura i pazienti, in accordo con i referenti vaccinali, a programmare la vaccinazione.
Per la somministrazione del vaccino a La Maddalena è invece necessario contattare la struttura sanitaria componendo lo 0789 791214.

Per la somministrazione del vaccino a Tempio Pausania sarà invece necessario attendere il 5 ottobre: la prossima settimana, infatti, il centro sarà chiuso per consentire il trasferimento del punto vaccinale dal Teatro Tenda alla "Palazzina Comando" in via delle Terme. Il punto vaccinale di Tempio riaprirà all'utenza dal 4 ottobre, con seconde dosi programmate, e dal 5 ottobre con le dosi addizionali.
Per ricevere la dose addizionale occorrerà compilare il modulo di consenso informato e la scheda anamnestica, reperibili sul sito www.aslolbia.it, e presentarli al personale sanitario dell’hub, insieme alla tessera sanitaria.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo