Partire con Erasmus grazie all'Università di Sassari, domande fino all'8 ottobre

Finlandia, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Spagna, Romania, Germania, Belgio, Ungheria, Grecia, Slovenia, Slovacchia, Croazia, Francia: sono alcune delle sedi degli atenei partner in cui studenti e studentesse dell’Università di Sassari potranno trascorrere un periodo di formazione.

L’Ateneo infatti ha pubblicato il bando Erasmus+ ai fini di studio 2021/2022 per il II semestre. Sono disponibili complessivamente 847 mensilità tra i dieci dipartimenti dell’ateneo. La domanda dovrà essere presentata online entro le 12:00 dell’8 ottobre 2021, attraverso l’area personale self studenti: https://uniss.esse3.cineca.it/Home.do

E’ dimostrato che l’Erasmus può arricchire il curriculum vitae di una laureata o di un laureato, preparandolo all’ingresso nel mercato del lavoro con molte armi in più: tra queste, la più importante, ma non unica, è la conoscenza delle lingue.

Destinatari delle borse Erasmus+ sono gli studenti e le studentesse regolarmente iscritti ai diversi cicli dell’Università di Sassari. Prima della partenza, i candidati dovranno sottoporsi a un test di verifica delle conoscenze linguistiche sulla piattaforma del Centro linguistico di Ateneo.

Tutte le informazioni, il bando, l’elenco delle sedi in cui è possibile svolgere la mobilità sono pubblicate nel sito dell’Università di Sassari all’indirizzo  https://www.uniss.it/bandi/bando-erasmus-sms-202122-ii-semestre




                              
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo