Aria all'odor di marijuana a Burgos: e i Carabinieri scoprono una raffineria di droga

Nel pomeriggio del  12 ottobre, i Carabinieri della Compagnia di Bono hanno arrestato un cittadino di Burgos per detenzione di sostanze stupefacenti e di arma clandestina.
Un equipaggio dell’aliquota radiomobile, nel transitare in una via del centro di Burgos, è stato attratto dal tipico odore di marijuana, riuscendo a capire da dove provenisse. L’immediata perquisizione dell’abitazione, all’interno della quale risiede stabilmente un burghese incensurato classe 1970, ha permesso di scoprire una vera e propria raffineria della droga, dove erano stoccati 110 kilogrammi di marijuana, suddivisi in numerosi bidoni e pronti alla commercializzazione, 72 panetti di hashish per un peso complessivo di 6,8 kilogrammi, 20 grammi di cocaina e, celata sotto un divano, una pistola Beretta perfettamente funzionante, con matricola abrasa e con due colpi inseriti all’interno del caricatore.
Oltre a tutto questo, i militari hanno trovato numerosi attrezzi utili al confezionamento della sostanza stupefacente, tra cui un sigillo con il quale venivano marchiati i panetti di hashish per renderli riconoscibili.
Tutto il materiale è stato sottoposto a sequestro, mentre l’arrestato è stato ricondotto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari.
Sono in corso le indagini per risalire ad altri eventuali soggetti coinvolti nella vicenda.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo