Slow Tourist. I cammini in Sardegna e la strategia di promozione della Regione, evento a Milano

I cammini turistici e religiosi della Sardegna a confronto con i grandi percorsi italiani ed europei per riscoprire il turismo lento e sostenibile (slow tourism) anche nell'Isola, assieme al suo ambiente, alle tradizioni culturali e alle eccellenze enogastronomiche.
L'evento “Sardegna, terra di Cammini tutto l’anno”, organizzato dalla Regione Sardegna, Terre di mezzo Editore, “Fa’ la cosa giusta!” e “Walk and live - Slower deeper”, è in programma a Milano venerdì e sabato prossimi, 12 e 13 novembre, al Palazzo delle Stelline (Corso Magenta 61), e sarà l'occasione per conoscere non solo le Vie, ma anche i borghi, le destinazioni di pellegrinaggio e il ruolo dei tour operator nella promozione di questo particolare turismo a contatto con la natura. Due giorni di incontri e confronto con istituzioni, esperti, giornalisti, autori e camminatori per scoprire una terra da vivere in ogni periodo dell’anno a passo lento.

IL PROGRAMMA. Nel primo focus, venerdì 12 novembre (ore 10-12.45), si farà il punto sullo scenario internazionale dei Cammini dopo il Covid-19, con la presentazione e l'analisi dei dati, un approfondimento sul Cammino di Santiago (Spagna) e sulla Via Francigena (Italia). Ne parleranno Miriam Giovanzana, direttore editoriale di Terre di mezzo, Antón Pombo, storico e tra i maggiori conoscitori del Cammino di Santiago, Sami Tawfik, dell’Associazione Europea delle Vie Francigene-AEVF e Paolo Piacentini, consigliere del ministro della Cultura Dario Franceschini per i Cammini e gli itinerari culturali. A seguire sarà affrontato il tema della promozione dei Cammini e del turismo sostenibile nelle linee strategiche nazionali e regionali insieme con Antonella Tiranti (Regione Umbria), Marco Virno (Regione Abruzzo) e Paola Marchegiani, (Regione Marche).
In chiusura dei lavori Gianni Chessa, assessore del Turismo, Artigianato e Commercio della Regione Sardegna, illustrerà le scelte strategiche della Sardegna in tema di Cammini e turismo outdoor.

LA SARDEGNA. Venerdì pomeriggio (ore 14.30-17.30) sarà la volta della presentazione dei Cammini in Sardegna, con il ruolo dei tour operator, i borghi, le destinazioni di pellegrinaggio e il racconto di alcuni casi di eccellenza. Intervengono Roberta Ferraris, camminatrice esperta e autrice di guide, e Renato Tomasi, responsabile per il turismo culturale e religioso dell'assessorato del Turismo della Regione Sardegna.
A seguire la presentazione di alcuni Cammini: il Cammino minerario di Santa Barbara, il Cammino delle 100 Torri, il Cammino di Santu Jacu, la Via dei Santuari.
Con oltre 1.400 eventi fra rassegne popolari e sagre, di cui 940 feste religiose, la Sardegna è la regione europea che celebra il maggior numero di momenti di coinvolgimento di fede e di popolo: per questo motivo il turismo religioso è una delle leve di sviluppo messe in campo dai Comuni contribuendo ad attrarre flussi turistici. Va in questa direzione il progetto della Fondazione delle Destinazioni di pellegrinaggio in Sardegna, che punta a coniugare la dimensione culturale e spirituale dell’isola. A presentarlo la giornalista di viaggi Ornella D’Alessio..

SABATO 13. I lavori riprenderanno la mattina di sabato 13 novembre (ore 10-13) con alcuni dei protagonisti più noti dei Cammini in Italia e un focus dedicato alle loro testimonianze e al ruolo della narrazione nella loro promozione, dalla Via Francigena alla Sardegna. Tra gli ospiti: Riccardo Carnovalini, fotografo e camminatore esperto, Giacomo Riccobono dell’associazione Va’ Sentiero, che ha percorso il Sentiero Italia-Cai e parlerà in particolare delle 27 tappe percorse in Sardegna, da Santa Teresa Gallura a Castiadas. Valentina Lo Surdo, conduttrice radiofonica, giornalista e camminatrice, che attraverso la radio racconta itinerari, viaggi e territori; Monica Scanu, presidente regionale FAI Sardegna, con uno sguardo sulle prospettive future per il turismo lento in Sardegna; Renata Mazzia, presidente nazionale di Borghi Autentici d’Italia; Andrea Massari, sindaco di Fidenza che racconterà l’esperienza della prima edizione del Francigena Fidenza Festival.

VETRINA ENOGASTRONOMICA. I due giorni saranno l’occasione per far scoprire e degustare anche le specificità enogastronomiche dei territori coinvolti. Un percorso esperienziale, a cura dell’assessorato del Turismo della Sardegna, che accompagna e invita camminatori e pellegrini a scoprire l'Isola in modo autentico e sostenibile. I momenti di incontro offriranno anche l’occasione per apprezzare un’esposizione di immagini inedite dei luoghi dove il viaggio in Sardegna può diventare un'esperienza fra identità, cultura e paesaggio.
Tutti gli incontri sono su prenotazione e per partecipare è necessario essere in possesso di Green pass.

Info sui cammini in Sardegna al link https://www.sardegnaturismo.it/it/cammino-alla-scoperta-di-vicende-millenarie.





© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo