Ploaghe. Ex orfanotrofio e piazza Valverde, partito l'iter per appaltare i lavori

Con la pubblicazione della manifestazione di interesse dello scorso 4 novembre è ufficialmente partito l’iter per l’appalto dei lavori di “Recupero dell’edificio ex orfanotrofio e riqualificazione Piazza Valverde” di Ploaghe. Il progetto prevede la riqualificazione della piazza Valverde e il restauro dell’ex Orfanotrofio situato a pochi passi. Nella piazza verrà rimossa l’attuale pavimentazione in asfalto per realizzare un nuovo lastricato in basalto, simile a quella del vicino corso Giovanni Spano al quale l’intervento si collega in modo organico. Il recupero dell’ex Orfanotrofio, che consiste nel restauro dell’edificio con la creazione degli ambienti idonei alla nuova destinazione d’uso, l’abbattimento delle barriere architettoniche e la realizzazione di tutti gli impianti, consentirà di ospitare un centro diurno per bambini e di sostegno alla genitorialità per nuclei familiari in difficoltà nonché una comunità di sostegno a gestanti e madri in condizioni di disagio. Il progetto di riqualificazione urbana è stato finanziato con 690mila euro attraverso il “Piano nazionale per la riqualificazione sociale e culturale delle aree urbane degradate”, un bando - pubblicato alla fine del 2015 e aperto a tutti i comuni italiani - per  progetti di riqualificazione costituiti da un insieme coordinato di interventi diretti alla riduzione di fenomeni di marginalizzazione e degrado sociale, nonché al miglioramento della qualità del decoro urbano e del tessuto sociale ed ambientale. Dopo un lungo percorso di valutazione delle proposte (le graduatorie sono state pubblicate solo nel 2017), il progetto presentato dal Comune di Ploaghe è risultato beneficiario del finanziamento ma solo col decreto del 20 gennaio 2020 la Presidenza del Consiglio dei Ministri ha sbloccato definitivamente l’iter erogando le risorse per la realizzazione degli interventi nei comuni vincitori del bando.
L’avviso per manifestare l’interesse da parte delle imprese scadrà il prossimo 18 novembre per un importo dei lavori a base d’asta di 503.403,62 oltre a 15.000 euro per oneri per la sicurezza. L’obiettivo dell’amministrazione comunale è iniziare i lavori entro la prossima primavera. Soddisfatto il sindaco Carlo Sotgiu ha dichiarato: “Teniamo moltissimo a questo progetto, sia per la sua valenza urbanistica che consentirà di recuperare un’area che da tempo merita maggiore attenzione, sia per la sua valenza sociale. Non a caso la nostra proposta è risultata beneficiaria a livello nazionale superando le proposte di grandi città come Roma o Napoli solo per citarne alcune. Il recupero dell’ex orfanotrofio, da destinare a importanti attività sociali, potrà garantire sia servizi di cui il territorio è carente, sia nuovi posti di lavoro a beneficio di tutti”.



© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo