Pandemia Covid: oggi a Sassari un convegno dell'Ordine dei Medici chirurghi e degli Odontoiatri

Le preoccupazioni legate alla nuova ondata pandemica sono state espresse dal presidente Nicola Addis in apertura del convegno, che si è svolto questa mattina a Sassari al Cineteatroastra, organizzato dall’Ordine dei Medici chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Sassari. L’appello di Addis era rivolto principalmente alla categoria: “vaccinarsi è un dovere morale,  dobbiamo proteggere, prima di curare, i propri pazienti”.
“Sospendere un medico – ha continuato il presidente dell’ OMCEO – è stato un evento drammatico, ma necessario, non vaccinarsi è un atto egoistico”.
E’ seguito il saluto del sindaco di Sassari, Gianvittorio Campus che ha ricordato come la città nel primo periodo pandemico sia stata l’epicentro del virus nell’isola e nonostante questo i tamponi venivano distribuiti in base alla popolazione e non ai casi.
Un preciso richiamo alla chiarezza e alla veridicità nella compilazione dei certificati medici, perfino nella grafia, senza accettare alcuna pressione, è stato il tema  degli interventi dei medici legali Salvatore Lorenzoni  e Francesco Serra.
Di “favole legislative” ha invece parlato il sostituto procuratore della repubblica, Paolo Piras, a proposito del vaccino penale e dello scudo penale per la responsabilità dei medici nell’inoculazione dei vaccini. “Due provvedimenti inutili – ha affermato il magistrato – che ricalcano provvedimenti già esistenti.
Qualsiasi farmaco, e il vaccino è un farmaco, se correttamente somministrato esclude ogni responsabilità, così come lo scudo penale è già previsto in tutte le condizioni di urgenza, in cui insorgano errori lievi, e la pandemia è una condizione di urgenza” . Un dispositivo definito da Piras un “valium legislativo” per rassicurare i medici. “Vero è – ha dichiarato il sostituto procuratore – che la serenità del medico garantisce la salute del paziente, una legge non deve rassicurare, ma fornire elementi innovativi. La verità è che i medici erano già tutelati da responsabilità penali, quando di un qualunque farmaco viene fatto un uso corretto”.
Il convegno, iniziato alle 9 del mattino è proseguito per tutta la mattina con gli interventi dei professori ordinari di diritto privato Andrea Nicolussi e Francesco Maria Avato sulle nuove disposizioni in materia di Green pass
Il corso, che poteva essere seguito anche on line, dava la possibilità agli iscritti di ottenere crediti formativi per la categoria dei Medici chirurghi e degli Odontoiatri.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo