A Sassari due giorni di studio e proposte per una legge regionale sulla Media Education in Sardegna

Sassari. “Media Education, una proposta per la Sardegna”. E’ il tema di cui si discuterà venerdì 3 e sabato 4 dicembre nell’auditorium del Polo Tecnico in via Monte Grappa e nella sala conferenze della Fondazione di Sardegna, in via Carlo Alberto, a Sassari. Le due giornate di studio e confronto sono state promosse da una rete di scuole composta dai licei Azuni, Castelvì, Figari e Spano di Sassari e dall’Istituto Paglietti di Porto Torres, nell’ambito di un progetto sulla lettura critica dell’informazione e su un approccio consapevole ai mass media, in convenzione con l’Associazione della Stampa Sarda, con il partenariato dell’Università di Sassari e dell’Ordine Regionale dei Giornalisti ed il sostegno del Corecom sardo e della Fondazione di Sardegna. Nel corso della seconda giornata dei lavori, che saranno coordinati dai giornalisti Pier Giorgio Pinna e Giuseppe Meloni, una delegazione delle studentesse e degli studenti che hanno partecipato al progetto, guidata da alcuni docenti, illustrerà le linee guida di una proposta di legge regionale per l’inserimento della Media Education nei programmi scolastici e la sua diffusione nelle realtà locali. Alla presentazione di questa iniziativa, assolutamente inedita in Sardegna e tra le poche sul territorio nazionale, gli organizzatori hanno invitato, fra le altre autorità, i presidenti della Giunta e del Consiglio regionale, Christian Solinas e Michele Pais, e l’assessore regionale alla Pubblica Istruzione, Andrea Biancareddu. Durante i due giorni di studio e proposte si confronteranno fra loro docenti universitari, insegnanti e operatori dell’informazione, con Vannalisa Manca delegata a rappresentare l’Ordine Regionale dei Giornalisti. Pier Cesare Rivoltella, docente dell’Università Cattolica di Milano e uno dei massimi esperti della materia in Italia, parlerà delle politiche su Media Education, scuola e cittadinanza, mentre Massimo Parrucci, del Corecom dell’Emilia Romagna, riferirà delle esperienze di Media Education promosse dal comitato nelle scuole della regione. Per l’Università di Sassari saranno presenti i docenti Pier Andrea Serra, prorettore alla Terza missione, Massimo Dell’Utri, che illustrerà il piano per l’avvio di un Master sulla Media Education , e Simonetta Falchi, che relazionerà sul rapporto tra social media e didattica innovativa. Sergio Nuvoli, componente del Corecom della Sardegna, tratterà della Media Education in relazione alle responsabilità di comunicatori e giornalisti, mentre a Graziano Milia toccherà parlare del progetto per la scuola della Fondazione di Sardegna su innovazione didattica e integrazione nel mondo del lavoro. Nel primo giorno dei lavori, le studentesse e gli studenti della rete di scuole della Media Education illustreranno i risultati di un questionario diffuso fra i loro colleghi sul rapporto con l’informazione e sull’utilizzo dei  mass media, presenteranno alcune loro esperienze di comunicazione e animeranno un “debate” arricchito da alcuni intermezzi musicali. Si potranno seguire i lavori delle due giornate in diretta streaming sul canale YouTube “Liceo Castelvì Web TV”, mentre sono ancora disponibili posti per assistere ai lavori della mattina di venerdì prenotandosi attraverso il link https://forms.gle/SxqKARF8SgFD7dTv7

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo