Sassari. Media Education in Sardegna: parte la proposta alla Regione

Sassari. Le linee guida per una legge sulla Media Education da introdurre nei programmi scolastici e diffondere nelle realtà locali della nostra isola sono state illustrate direttamente al presidente del Consiglio regionale, Pais, nel corso dei lavori di un convegno dedicati nei giorni scorsi a Sassari al tema “Media Education, una proposta per la Sardegna”. A presentare i contenuti del documento sono stati alcuni studenti e insegnanti in rappresentanza dei licei Azuni, Castelvì, Figari, Spano di Sassari e dell’Istituto Paglietti di Porto Torres, le scuole della Rete Media Education che hanno invitato per l’occasione il massimo esponente dell’assemblea sarda nella sala conferenze della Fondazione di Sardegna per la seconda di due  giornate di studi e confronto sulla lettura critica delle informazioni e sull’utilizzo dei mass media. Pais ha ringraziato le scuole per essersi spinte con la loro iniziativa là dove la politica non è ancora arrivata su un tema così delicato ed attuale come quello del rapporto fra i giovani e il mondo dell’informazione, riportando gli esiti di una recente riunione alla quale ha partecipato a Bruxelles per discutere anche delle prospettive per le nuove generazioni in ambito europeo.  È la prima volta che una simile iniziativa viene assunta nella scuola sarda ed una delle poche  sull’intero territorio nazionale, se si considera che soltanto poco più di venti istituti scolastici in tutta Italia si sono occupati finora di Media Education, distribuiti per lo più tra il centro e il nord della penisola. L’incontro tra le scuole della Rete Media Education e il presidente Pais è avvenuto al termine di due intense giornate di studio e proposte nelle quali si sono confrontati docenti universitari, giornalisti, insegnanti e studenti, con il contributo in videoconferenza del massimo esperto nazionale di Media Education, il professor Pier Cesare Rivoltella dell’Università Cattolica di Milano, e del dottor Massimo Parrucci, funzionario del Corecom dell’Emilia Romagna, regione all’avanguardia nell’introduzione della Media Education nelle     scuole. La proposta di diffondere la disciplina in Sardegna è nata da un  
progetto avviato dalla rete delle cinque scuole promotrici in convenzione con  l’Associazione della Stampa Sarda, con il partenariato dell’Università di
Sassari, che sulla disciplina ha in programma l’istituzione di un Master, la collaborazione dell’Ordine Regionale dei Giornalisti e il sostegno concreto della Fondazione di Sardegna e del Corecom isolano.              

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo